Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Armageddon Time, crescere ribelli negli anni di Reagan

Armageddon Time, crescere ribelli negli anni di Reagan

In sala il film di Gray con cast stellare da Hopkins a Hathaway

ROMA, 17 marzo 2023, 18:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' un coming-of-age, una bella storia di formazione e crescita personale in America durante gli anni '80, quella che ha come protagonista Paul, un ragazzino di dodici anni che dovrà confrontarsi con le contraddizioni di una società in cui dilagano razzismo e discriminazioni. E' ARMAGEDDON TIME - IL TEMPO DELL'APOCALISSE di James Gray, che dopo gli applausi al Festival di Cannes e ad Alice nella città, arriva in sala con Universal dal 23 marzo con un cast eccellente, con Oscar Isaac, Anne Hathaway, Anthony Hopkins, Robert De Niro, Cate Blanchett, Banks Repeta e Jeremy Strong.
    Tutto ruota intorno a questo inquieto ed esile ragazzino di nome Paul Graff che ama l'arte astratta (su tutti Kandinsky) e che ha un fratello più grande, un tipico padre conformista dell'epoca (Jeremy Strong) che si aspetta con il figlio uno scatto sociale e una madre protettiva (Anne Hathaway). Paul si ritrova come amico del cuore più che vivace Johnny (Jaylin Webb), un compagno di classe orfano, ostracizzato a scuola per il colore della pelle (è l'unico afro-americano). Con lui vivrà le sue piccole necessarie trasgressioni. D'altronde Paul si crede protetto da sua madre, anche perché rappresentante dei genitori della sua classe, e da suo nonno pieno di saggezza e che gli racconta sempre di come la sua famiglia ebrea se la sia cavata durante la Shoah. Ma un brutto giorno un incidente vede coinvolti entrambi gli adolescenti e Paul viene mandato in una scuola privata, dove il consiglio è presieduto dal padre di Donald Trump. Lì dovrà mettere la cravatta e conoscere ancora meglio lo spirito di certa America, ovvero il suo elitarismo e razzismo più autentico. Per fortuna sullo sfondo c'è la musica dei The Clash. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza