Tempo Libero

Mangiare e ballare, una mappa italiana di dinner & dance di qualità

Da Bullona a Milano a Villa Bonin a Vicenza

Villa Bonin Dinner Show © ANSA
  • Redazione ANSA
  • 15 ottobre 2019
  • 17:59

Sono decenni che in discoteca, prima di ballare si mangia. Già a metà dei mitici anni '80, molti locali preparavano buffet & cene, proponendo piatti purtroppo spesso di scarsa qualità, con servizio non così attento, alle compagnie di amici che avevano voglia di iniziare presto a divertirsi. Gli organizzatori hanno da sempre un motto: con una base di ospiti che arrivano presto, il pienone più tardi è molto più facile. C'era però una controindicazione: la ristorazione quando gestita in modo saltuario, con catering e personale non qualificato, non produce utili. Si diceva sempre, anche negli anni '90 e nei primi 2000, che da chi viene per cenare non si guadagna niente. Oggi, nell'autunno 2020, la situazione è diversa. Si mangia e si balla dappertutto, in spazi molto diversi tra loro che un tempo non c'erano. La crescita dei locali 'dinner & dance' in tutta Italia coinvolge centinaia di locali molto diversi tra loro, spesso non immensi ma vivaci, con formule spesso diverse, tutte comunque accomunate dal giusto di mix di cibo, finalmente di buona qualità, e intrattenimento.

A Milano simbolo di questa tendenza in ambito deluxe è senz'altro il super esclusivo Bullona, il regno di Ben Dj,  (la scorsa estate era in console al Lio Costa Smeralda) e fa ballare i party legati al mitico The Cal (Calendario Pirelli). "Non è facile far ballare chi viene a cena per guardare e farsi guardare, se non c'è la musica giusta la 'situazione' non decolla", racconta. "Il segreto è guardare davvero in faccia chi viene a divertirsi e saper qualche volta stupire, passando da un genere all'altro". A Milano Ben ogni giovedì è anche in console al Cost, che quella sera propone Unconventional Thursday, un dinner party pieno di performance (acrobati, mangiafuoco, ballerine, cantanti), in un locale in cui si può sempre cenare alla carta e godersi cocktail eccellenti al bancone. La domenica del Cost è poi Out, un party gay friendly, perché il buon cibo unisce…

Il venerdì invece restando a Milano c'è un appuntamento decisamente scatenato: è la Cena Cantata del Pelledoca, locale decisamente pop a due passi da Linate. Grazie all'energia di Giancarlo Romano e ai dischi di Peter K il divertimento inizia presto e finisce tardissimo, dopo le 4 del mattino. Anche qui, in un'atmosfera decisamente easy, si può però sempre cenare alla carta.

Lo stesso trattamento a cinque stelle (con menu alla carta) se lo gode chi va a cena e poi a ballare (o a fare entrambe le cose insieme) la stessa sera allo storico Bobadilla di Dalmine (BG) per il party MyWay. Lo slogan coniato dall'art director Damiano Vassalli dice più o meno tutto: dalla cena alle bollicine. Al Boba il pubblico va dai 20 ai 50 anni, il che facilita il divertimento.

Spostandosi in Veneto e arrivando a Vicenza, una città in cui spesso nascono tendenze per quel che riguarda l'intrattenimento, i party di Villa Bonin e Feel Club, le disco simbolo della città, iniziano sempre o quasi dall'aperitivo con spritz o bollicine e continuano con una cena in cui le opzioni sono quasi infinite, così ci si diverte a scegliere (carne, pesce, insalatone, hamburger gourmet, pizza, etc). Sono due locali molto diversi: la Villa è una disco immensa piena di tecnologia e della musica di grandi dj (Bob Sinclar, Gabry Ponte, Gigi D'Agostino), Feel è un club curato in ogni dettaglio, ma il mix cibo / musica / intrattenimento li accomuna. 

I dinner show non sempre sono accompagnati dai dj. La musica dal vivo ha ancora un suo spazio importante, purché sul palco ci siano veri professionisti a metà tra arte e intrattenimento come Alberto Salaorni e la sua Al-B.Band. Tutto ciò che suonano sul palco è live e fanno scatenare, soprattutto, tra Veneto e Lombardia decine di spazi 'dinner & dance', tra cui Mag Showroom a Noventa Padovana (PD), Mad' In Italy e Amen a Verona, Signor Vino ad Affi (VR), Seconda Classe a Brescia.

Chi vuol continuare e farsi una mappa personale dei luoghi in cui cenare e divertirsi può partire anche da qui: a Roma c'è Me Spectacular Restaurant, a Brescia Mariuccia e Area Docks, in Riviera Adriatica Top Show Dinner a Rimini e Donna Rosa 38 d'estate a Marina di Ravenna, in Salento tra gli altri c'è il Gallipoli Resort…