Teen

Tutto sui campi estivi 2022 , inglese, natura ma anche novità Tech Camp e Cinema

Tantissime proposte in città e fuori, in ogni caso sono grandi occasioni di crescita per bambini e ragazzi

Campi estivi nella natura foto iStock. © Ansa
  • di Agnese Ferrara
  • 10 giugno 2022
  • 19:53

Una vacanza, prima di tutto, ma anche l’occasione per crescere, socializzare, acquisire spirito di adattamento in un ambiente nuovo, oltre ad acquisire più autonomia, stando lontano da casa e dalle proprie famiglie. Questi, in sintesi, i vantaggi dei campi estivi per bambini, ragazzi e perfino adulti che per l’estate 2022 mettono soprattutto al centro l’amore per l’ambiente, e per la prima volta la scienza e il cinema.
La formula del centro estivo residenziale, bene organizzato e gestito da personale qualificato ed esperto, garantisce un miglioramento dei rapporti sociali, dell’autostima e dell’emancipazione di chi vi partecipa, attestano numerose ricerche internazionali e le testimonianze delle famiglie. “Dopo una settimana di campus, mia figlia torna a casa ed è diversa da quando è partita. Non è più alta o più magra, più sporca forse si. E’ proprio diversa,” sintetizza perfettamente Alessia Altavilla, web content editor di Bambinopoli, portale dedicato alla famiglia.  
Dal 2020 inoltre bambini e teenagers sono stati soprattutto a casa e il valore dei summer camp di questo anno, il primo senza regole di distanziamento, è doppio. L’estate alle porte offre ottime opportunità in tutta la penisola. Dai centri cittadini, anche gestiti dagli istituti scolastici pubblici, ai campus vacanza (anche gratuiti) le occasioni per far stare insieme i nostri figli, tenendoli magari lontani da smartphone e consolle, non mancano. Ecco alcune novità per l’estate 2022. 
Il pianeta al centro, col WWF, in (quasi) tutta Italia
“Un campo WWF è prima di tutto una bellissima vacanza, tutta dedicata ai ragazzi e alla natura. Un sano ed equilibrato mix di divertimento, nuove amicizie, esplorazione del territorio, emozione di vivere una vacanza in una delle nostre oasi insieme a chi quotidianamente protegge questi preziosi ambienti, - spiega lo staff di One Planet School WWF Italia. - Gli staff di biologi, naturalisti, educatori ambientali esperti di natura, ambiente, ecologia, ed educazione ambientale hanno l’obiettivo di facilitare la conoscenza e l’adozione di comportamenti virtuosi, amici dell’ambiente, da parte dei bambini e dei ragazzi. Con l’augurio che questi stessi comportamenti continueranno a essere adottati, una volta tornati a casa”.  I programmi dell’organizzazione World Wide Fund for Nature, sono vasi e suddivisi per età scolastica: elementari, medie e scuole superiori. Il rispetto per il pianeta è il tema portante, coniugato in numerose attività. Vacanze in tenda, a vela, nelle oasi, in lingua inglese, in bici, in agriturismo, svolgendo laboratori ‘natura’, corsi di fotografia, giocare a diventare ‘giovani biologi natura’ e così via. Info su https://www.wwftravel.it/campiestivi/
I primi Tech camp, Intelligenza artificiale, data science e mondo digital al centro. A Volterra e Trieste
La scienza applicata fa capolino tra i nuovi temi sviluppati nei campus italiani. 
E’ interamente dedicata alle ragazze, ad esempio, la proposta dei Summer Tech Camp ‘AlxGirls’, primo campus ‘scientifico’ gratuito (sponsor del calibro di Fineco Asset Management, Associazione Donne 4.0 e Daxo Group). Dedicato alle ragazze delle classi di quarta superiore che vogliono mettersi alla prova su materie dedicate all’Intelligenza artificiale e Data Science, ha l’obiettivo di indirizzare le giovani donne verso la scelta di facoltà STEM al femminile del loro percorso di studi liceale. Ad oggi sono state invitate oltre 1.000 scuole. La partecipazione è gratuita e avviene tramite autocandidatura (entro il 20 maggio) sul sito www.aixgirls.it La sede del campus è a Volterra, presso la Scuola internazionale di alta formazione SIAF. 
E’ per bambini e ragazzi il nuovo campus ‘H-FARM’ (da giugno ad agosto) presso le nuove strutture del Campus di Ca’Tron (Portopiccolo, Trieste), il più grande centro di innovazione d’Europa alle porte di Venezia (tra Monfalcone e Trieste). L’offerta include i digital summer camp, con laboratori su foto digital, video e post produzione, effetti speciali, IoT, droni con DJI education, programmi Acers, programmazione Minecraft, robotica con Lego, Clementoni ed elettronica creativa.  Alla stessa H-Farm, che occupa una superficie di 51 ettari, seguono campus dedicati anche all’apprendimento dell’inglese attraverso la scienza, l’arte, lo spero, la geografia e il coding. Inoltre moltissime attività sportive. info www.h-farm.com 
Inglese, natura e ambiente insieme, da Udine a Palermo
Inglese e natura sono gli elementi sempre più comuni dei numerosi campus estivi sparsi per la penisola. Fattorie e scuole in campagna questo anno integrano l’offerta con il plus della pratica della lingua inglese she, si sa, si apprende praticandola. Alla Montessori Farm of The Dolomites, le attività si svolgono all’aperto nei boschi e in alta montagna. Condotte con maestre montessoriane di scuola elementare con esperienze all’estero che, nelle attività di cura degli animali, raccolta di erbe erboristiche, mungitura e caseificazione, canti e danze tradizionali, intarsio del legno e così via fanno vivere ai partecipanti una vera e propria full immersione nella lingua inglese. Info su www.montessorifarmofthedolomites.com 
Nel Parco delle Madonie, a Palermo, i campus estivi sono rivolti a bambini e ragazzi che vogliono vivere vacane avventurose nella natura, allenando le capacità di problem solving. Sport outdoor, gare di logica e laboratori didattici, osservazione delle stelle con personale esperto e attività in lingua inglese secondo i principi del learning by doing. info su www.campiestivimadonie.it
Dalla fotografia, al teatro al cinema green per tutte le età, da Milano a Roma, Valtellina e L’Aquila  
All’Istituto Italiano di Fotografia di Milano, sede di una storica scuola di fotografia, questa estate ci sono oltre 200 proposte di summer camp per chi resta in città. Bambini, ragazzi e adulti dagli 8 ai 18 anni, apprenderanno le basi teoriche e le tecniche pratiche fino all’approccio del fotografo professionale. I campus, Kids Click, Teen Click e Advances iniziano il 20 giugno . Info su www.istitutoitalianodifotografia.it
A Sueglio (provincia di Lecco), in Valtellina il Teatro della Zucca propone un campus estivo residenziale per bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni.  Usare il corpo e la voce, dando spazio alla propria creatività il principale obiettivo dei laboratori creativi, espressivi e naturalistici che si intrecciano tra loro. Lo staff è composto da educatori e operatori teatrali di decennale esperienza nel settore. Info su www.teatrodellazucca.com
Nuovo il primo campus dedicato a fare cinema green eco-sostenibile il CinemAbruzzo Campus, ad Avezzano (AQ). Si tratta della prima residenza artistica in Europa interamente dedicata alla produzione cinematografica eco-sostenibile. Rivolto ai giovani adulti filmmakers, è organizzato da CinemAbruzzo Aps. Un programma ricco e articolato approfondisce e mette a disposizione dei partecipanti tutti gli strumenti tecnici e le best practices di una produzione totalmente green. A numero chiuso, è rivolto a 14 filmmaker under 35 da tutto il mondoed ha ottenuto il riconoscimento e il finanziamento a valere sui “progetti speciali” della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura. Durante il campus saranno realizzati progetti cine-audiovisivi in una modalità carbon neutral. Il programma, in fase di avvio agli inizi di giugno 2022, è pubblicato su www.cinemabruzzo.com
L’ Associazione Culturale Sentieri Selvaggi di Roma propone il ‘Cinema Summer School’ con corsi estivi full immersione di 3 o 5 settimane in offerta a prezzi scontati. Dedicati a ragazze e ragazzi tra i 15 e i 19 anni, l’offerta spazia tra corsi di ripresa, regia, recitazione, critica e giornalismo cinematografico, montaggio e sceneggiatura. info su www.scuolasentieriselvaggi.it
Coste marine italiane, summer camp di vela
L'offerta di campus estivi, residenziali e no, dedicati alle attività marine è vasta in Italia, ricca di coste, isole e numerosi laghi. La vela è l'attività tra le più gettonate per bambini e adolescenti, insieme a sup, kajak, surf e windsurf, organizzati anche in lingua inglese. La Lega Navale Italiana (https://www.leganavale.it/sezione/42661/i-giovani ) pubblica i principali campi estivi delle sedi afferenti all'associazione sparse per le nostre coste, idem i circoli velici e i club italiani. La federazione italiana vela non si occupa dei summer camp ma sul proprio sito è possibile trovare le oltre 500 scuole affiliate, oltre alle 'autorizzate' (non affiliate) all'insegnamento (www.federvela.it) . "Oltre ad essere uno sport appassionante, l'attività velica dà particolari benefici ai ragazzi, inclusi i più fragili. Al piacere del contatto con la natura ci sono evidenti effetti sul carattere e la socialità, - commenta Marco Ferranti, Presidente Della Scuola Vela Argentario a.s.d., autorizzata FIV e affiliata AICS, con circa 650 allievi tesserati nel 2021 ed una flotta di 20 derive (www.scuolavelaargentario.com). - La nostra scuola è stata la sede di una indagine universitaria svolta la scorsa estate sugli effetti del rapporto che si crea a bordo del mezzo nautico tra allievi ed istruttori. Mi riferisco a bambini e ragazzi più fragili, con disturbi di iperattività, deficit di attenzione e alcune forme di autismo e disabilità. E ancora al difficile rapporto tra maschi e femmine che non li fa socializzare tra loro, tipico fino agli 11-12 anni. Nel mare, grazie a questo tipo di sport, si crea un ambiente molto diverso da quello 'a terra'. La navigazione, farcendo parte di un team guidato da istruttori formati che stimolano la collaborazione, la condivisione dei ruoli e degli spazi limitati rispettando gli altri, funziona come un farmaco naturale con evidenti benefici di tipo relazionale agendo sull'ansia e facilitando la socializzazione e l'integrazione".

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie