Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Napoli scuola di musica tradizionale per i giovani della Sanità

A Napoli scuola di musica tradizionale per i giovani della Sanità

Tornaccantà forma ragazzi con fondi Intesa Sanpaolo

NAPOLI, 12 gennaio 2023, 18:36

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 "Per 14 mesi, da ottobre, lavoreremo con i giovani della Sanità sulla musica tradizionale napoletana come Murolo e su quella contemporanea come Pino Daniele. E' un percorso che cerca talenti nei Neet e punta a creare una nuova impresa che conservi e diffonda la tradizione musicale di Napoli". Così Lorenzo Scirocco, coordinatore del progetto, parla di Tornaccantà, l'idea sostenuta da Intesa Sanpaolo (attraverso il Programma Formula, in collaborazione con Fondazione Cesvi) e realizzata dalla Fondazione di Comunità San Gennaro, il Nuovo Teatro Sanità, la Cooperativa sociale Sanita'rt, il Consorzio sociale Coop4Art, la Cooperativa sociale La Paranza e l'Impresa sociale Kalòs. Oggi il progetto, finanziato con 150.000 euro, è stato lanciato con l'idea di base di coinvolgere e restituire dignità agli spazi, alle risorse e ai talenti presenti nel Rione Sanità, dando una casa alla canzone napoletana. L'obiettivo è infatti proprio quello di allestire e avviare la prima Casa della Canzone Napoletana del Rione, così da trasformare talento e passione in un'occasione educativa e professionale. L'Accademia sarà dedicata a giovani e giovanissimi, tra i 12 e i 35 anni, e avrà uno spazio formativo negli ipogei della Basilica di Santa Maria del Buon consiglio a Capodimonte e un spazio-teatro permanente allestito per le performance nella Chiesa di Sant'Aspreno ai Crociferi. "Al momento - spiega Scirocco - abbiamo già 10 ragazzi nel progetto". Un'opportunità in particolare per i ragazzi della Sanità che "pullula di artisti - spiega Carlo Geltrude, uno degli allievi - ed è anche un percorso artistico che crea occasioni di lavoro". Tornaccantà coinvolgerà maestri professionisti partenopei per corsi di mandolino, chitarra, percussioni, fiati e canto. "Portare avanti l'impegno della banca - spiega Giuseppe Nargi, direttore regionale di Campania, Calabria e Sicilia di Intesa Sanpaolo - significa puntare su uno sviluppo inclusivo e sostenibile capace di individuare e realizzare iniziative come questa, contro la povertà educativa e l'isolamento sociale dei giovani. A Napoli, e soprattutto in un quartiere popolare come la Sanità, la musica e la canzone sono importantissimi strumenti di socializzazione".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza