Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Harvey Weinstein di nuovo a New York, cambia prigione

Harvey Weinstein di nuovo a New York, cambia prigione

L'ex boss di Miramax ora è in regime di media sicurezza

NEW YORK, 13 aprile 2023, 18:49

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

 L'ex boss di Miramax Harvey Weinstein è volato in prima classe da Los Angeles a New York, dove deve finire di scontare una pena di 23 anni di reclusione, e ad attenderlo ha trovato la decisione che è stato trasferito di carcere. L'ex produttore è stato riassegnato a un penitenziario di media sicurezza nella contea di Oneida dove sarà soggetto a minori restrizioni rispetto alla Wende Correctional Facility nei pressi di Buffalo che è considerata una prigione di massima sicurezza.
    Weinstein, che a Los Angeles è stato condannato ad addizionali 16 anni di detenzione, non è apparso particolarmente felice della decisione, ha appreso il New York Post: "Può sembrare strano, ma a Wende si era trovato bene", ha spiegato al tabloid Arthur Aidala, il suo avvocato: "E' come quando se bambino e vai ai campeggi estivi: devi capire con chi hai a che fare, chi è buono e chi è cattivo, a chi chiedere piaceri, chi ti aiuterà e chi ti farà del male".
    Il legale si è detto prudentemente ottimista: "Al suo meglio è ancora affascinante. E' ancora una celebrità e ha mille storie da raccontare". Non così altri rappresentanti del produttore secondo cui Wende offriva migliori garanzie quanto a cure mediche e alla protezione del detenuto: "Ricordatevi cosa è successo a Jeffrey Epstein", hanno detto il portavoce Juda Engelmayer e il consulente penitenziario Craig Rothfeld, evocando la sorte del finanziere misteriosamente suicida in carcere nel 2019 mentre era in attesa di un processo per sfruttamento di minori.
    Quanto al volo in prima classe, sarebbe stato pagato dall'ufficio del District Attorney di Los Angeles. "Motivi di sicurezza", è stata la spiegazione ufficiale.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza