Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Vera Gemma, sono finalmente me stessa in un film

Vera Gemma, sono finalmente me stessa in un film

Nella mia famiglia ingrassare era peggio dell'eroina

ROMA, 15 marzo 2023, 19:23

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 È stata davvero dura per Vera avere un padre ingombrante e bello come Giuliano Gemma. Una famiglia, la sua, a cui era imposta fin dall'infanzia l'estetica come valore assoluto: "Per i miei era una vera e propria ossessione, era proibito ingrassare, meglio allora diventare dipendenti dell'eroina" dice stamani l'attrice nel presentare VERA, già alla Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia nella sezione Orizzonti (dove ha vinto per la regia e la miglior attrice) e ora dal 23 marzo nelle sale italiane con Wanted.
    Diretto da Tizza Covi e Rainer Frimmel (LA PIVELLINA), il film vede protagonista appunto Vera Gemma nei panni di se stessa, una donna non troppo felice, ma dal cuore d'oro, che vive tra provini finiti male, uomini che la sfruttano, acquisti nei negozi di lusso e amicizie piene di affinità, come quella con Asia Argento.
    Cappello western d'ordinanza sempre in testa, Vera sembra avere come unica mission la ricerca della sua identità. Quando il suo autista investe un bambino di otto anni e lo ferisce in una zona periferica di Roma, la donna, piena di sensi di colpa, inizia con lui e suo padre un'intensa relazione. Ma presto si renderà conto che, nonostante tutta la sua buona volontà, c'è sempre qualcuno che si approfitta della sua generosità.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza