Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Chiara Ferragni, la finale tra look parlanti e meme

Chiara Ferragni, la finale tra look parlanti e meme

La regina dei social ha vinto la prova dell'Ariston

SANREMO, 13 febbraio 2023, 15:39

dell'inviata Angela Majoli

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'empowerment femminile e la libertà delle scelte: non ha un monologo stasera a Sanremo Chiara Ferragni, ma per lei parlano ancora una volta gli abiti, i look manifesto che l'imprenditrice digitale ha scelto per lasciare il segno all'Ariston e ispirare tutte le donne a non sentirsi incasellate in stereotipi né ruoli, a non vergognarsi del proprio successo né del corpo.
    Il primo è un abito scultura firmato Schaparelli, metà armatura d'oro, a rappresentare la forza delle donne che non deve per forza imitare quella maschile, metà sottoveste blu di satin, a simboleggiare la maternità. Essere donne senza dover essere madri: un messaggio che riprende il filo conduttore del toccante monologo di Chiara Francini nella serata di venerdì, dedicato alle donne 'childless' che si sentono sbagliate per questo, ingabbiate nei pregiudizi.
    Non sentitevi in colpa e liberate il vostro corpo, suggerisce ancora Chiara, che alla seconda uscita indossa l'impronta oro di un corpo di donna impresso sul blu di un abito a colonna, ispirato a un'opera dell'artista Yves Klein. Poi un long dress nero, decorato da una collana a forma di utero, vuole essere "il simbolo dell'attivismo per i diritti riproduttivi": aborto sicuro e procreazione assistita sono "diritti umani a cui non dobbiamo rinunciare". 'Essere donna non è un limite', aveva scritto nella sua lettera a Chiara bambina letta sul palco nella prima serata, con il naked dress da Eva.
    Ma Chiara Ferragni è sempre la regina di Instagram con i suoi 28,5 milioni di follower: ha sboomerizzato Amadeus, aprendogli in diretta un profilo che in pochi giorni ha raggiunto 1,7 milioni di seguaci. E così stasera si congeda dai suoi due compagni di viaggio regalando loro il meglio dei meme che girano in rete. Gianni Morandi con Al Bano e Massimo Ranieri, "gli One Direction del secolo scorso", Blanco che distrugge il palco e Morandi che spazza, "è sempre più rock Morandi con la scopa".
    Per Amadeus c'è il collage tra due episodi shock del festival, avvenuti l'8 febbraio a un anno di distanza l'uno dall'altro: Bugo che pianta Morgan sul palco e l'intemerata di Blanco. E l'espressione sconvolta del direttore artistico è la stessa.
    Ed è sempre lei a lanciare la diretta Instagram con Fiorello, che ironizza sullo show di Rosa Chemical, con tanto di amplesso simulato e bacio sulle labbra a Fedez, e prevede la cacciata dei vertici Rai. "Avrò diritto anch'io a un bonus limone", è la battuta pronta della co-conduttrice.
    Si ama o si odia, si imita e si critica, si 'spia' nella narrazione quotidiana che condivide, insieme a Fedez, sui social, tra outfit ed ecografie, sponsorizzazioni e successi professionali, confessioni di debolezze, lacrime, gioie e video dei piccoli Leone e Vittoria. E che è diventata anche una serie, The Ferragnez, su Prime Video, le cui telecamere hanno avuto libero accesso anche dietro le quinte del festival. Lei sorride e non fa una piega: "E' bello essere apprezzati da milioni di persone, ma l'importante è piacere a me stessa".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza