Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Kanye West si compra Parler, il social degli ultrà

Kanye West si compra Parler, il social degli ultrà

Nuova impresa del rapper nei guai per frasi antisemite

NEW YORK, 17 ottobre 2022, 17:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sulle orme di Elon Musk e della sua tormentata acquisizione di Twitter, anche Kanye West si lancia nel mondo dei social. Il rapper e stilista di moda, che di recente si è cambiato il nome in Ye, sta comprando Parler, la piattaforma social che si presenta come l'alternativa senza censura del sito di microblogging e che, alla vigilia delle elezioni presidenziali del 2020, era diventata un foro frequentato da esponenti di estrema destra tra cui neonazisti e suprematisti bianchi.
    L'acquisizione è stata annunciata dallo stesso Palmer, secondo cui è stato sottoscritto un accordo di principio che sarà finalizzato entro la fine dell'anno: "In un mondo dove le opinioni conservatrici sono considerate controverse, dobbiamo avere la certezza di avere il diritto di esprimerci liberamente", ha detto a sua volta Ye in un comunicato.
    Secondo Parlement Technologies, la parent company di Palmer, l'acquisto da parte del rapper contribuirà a creare "un incancellabile ecosistema in cui tutte le voci saranno benvenute". La notizia dell'intesa è arrivata dopo che lo stesso Kanye è stato bloccato da Twitter e da Instagram per aver postato sul suo profilo affermazioni antisemite. Il rapper, che soffre di disordine bipolare, ha spesso di recente appoggiato cause di estrema destra. Solo pochi giorni fa è stato fotografato alla Fashion Week di Parigi con una maglietta dalla scritta "White Lives Matter". Poi, intervistato dall'anchor ultraconservatore della Fox Tucker Carlson, si è lanciato in una serie di teorie complottiste sostenendo tra l'altro che falsi bambini sono usati per manipolare i figli avuti con Kim Kardashian.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza