Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

James Franco, amo Pietro Marcello e il cinema italiano

James Franco, amo Pietro Marcello e il cinema italiano

Dall'attore nessuna parola sul caso Depp/Amber Heard

SANTA MARGHERITA DI PULA, 11 giugno 2022, 20:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una vera e propria lezione di cinema quella tenuta stasera al Filming Italy Sardegna Festival da James Franco in cui l'attore ricorda i suoi inizi, la figura di suo padre, le sue prime prove da interprete e rivela anche la sua passione per il cinema italiano: "Amo molto Matteo Garrone, ma soprattutto Pietro Marcello. Mi sono innamorato di MARTIN EDEN, così ho incontrato Marcello a Roma e abbiamo parlato a lungo di letteratura, della comune passione per Faulkner e anche del fatto che purtroppo non ha ricevuto la candidatura agli Oscar".
    Dall'attore, che non ha voluto incontri stampa diretti, comunque, nessun commento sugli episodi di cronaca che lo vedono protagonista. Ovvero sul suo coinvolgimento nel caso 'Johnny Depp contro Amber Heard' in cui è stato accusato di aver avuto una storia con l'attrice né, tanto meno, sull'essere finito sui giornali lo scorso dicembre per le accuse di molestie sessuali e frode nella scuola di recitazione Studio 4 (con sedi a New York City e Los Angeles e fondate da lui stesso nel 2014). L'attore ha accettato poi di pagare oltre 2,2 milioni di dollari per mettersi alle spalle le azioni legali.
    James Franco, nato a Palo Alto nel 1978, rilassato e professionale, ha invece raccontato in Sardegna, dove è venuto con l'attuale compagna Isabel Pakzad, il suo difficile rapporto con il padre: "Non voleva che facessi l'attore, ma poi quando ha capito di aver sbagliato è venuto a scusarsi". Ha poi ribadito, rivolto a una platea di ragazzi, di essere cresciuto "in quegli anni Ottanta dove non c'erano piattaforme e smartphone".
    Nel futuro dell'attore di origine portoghese, famoso per film come MILK di Gus Van Sant, 127 ORE di Danny Boyle, LA BALLATA DI BUSTER SCRUGGS dei fratelli Coen, c'è MACE, film diretto da Jon Amiel. Protagonisti - ha spiegato - due poliziotti nel New Jersey. Io sono appunto Mace, un ufficiale veterano della polizia, corrotto e pericolosamente squilibrato, mentre Virgin Woods è un giovane poliziotto un po' ingenuo e inesperto che crede di poter cambiare le cose".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza