Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lanvin a Parigi, viaggio di stile dagli anni '40 agli '80

Lanvin a Parigi, viaggio di stile dagli anni '40 agli '80

Sialelli punta alle tecniche sartoriali dell'antica maison

ROMA, 06 marzo 2023, 20:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"La gioia di fare, di scoprire e riscoprire. Il creato è un dono per i nostri occhi assetati. Una collezione di moda, come un film o un romanzo, è espressione di pura immaginazione resa realtà". Da queste riflessioni è partito Bruno Sialelli, da ottobre 2022 direttore di Lanvin, la più antica casa di moda francese, da poco quotata in borsa, nel realizzare la nuova collezione FW 2023 per Lanvin, presentata nel duecentesco Collège des Bernardinis, ex collegio circestense nel quinto arrondissement di Parigi. Lo stilista ha percorso un viaggio nel tempo nella moda degli anni '40 e '80. Così come si rintracciano anche riferimenti al Settecento, al rinascimento, persino al medioevo, periodi a cui Jeanne Lanvin si è ispirata. Qui la loro materializzazione è inaspettata, la loro esecuzione avanzata: le borchie imitano i pois, il gazar di lana riceve una lucentezza tecnica tra sete ricche, velluti lucenti e devoré. Gli abbellimenti richiamano gli interni a specchio e i bibelot di Murano dell'appartamento di Jeanne Lanvin, i suoi flaconi di profumo: appaiono nella lucentezza delle paillettes, nei ricami di cristallo su delicati abiti di seta, nelle forme vorticose dei bijoux Mélodie della maison eseguiti per la prima volta in vetro.
    Il cuore couture di Lanvin pulsa attraverso l'artigianato moderno in ricami fatti a mano, tessuti intrecciati a mano e maestria sartoriale. Un tweed bouclé ricorda l'astrakan con filati ritorti nei toni del guava e della gomma da masticare: una brillantezza technicolor che si riflette su tutta la tavolozza in ricche sfumature di verde, rosso rossetto e neutri dorati. Gli accessori trasmettono l'artigianalità con una modernità semplificata: la borsa Concerto è rinfrescata in tonalità accattivanti, mentre un nuovo stile di borsa morbida prende in prestito Mélodie come nome e i gioielli come fermagli, offrendo preziosità al quotidiano. Le sagome delle scarpe sono formate da singoli pezzi di pelle fissati intorno al piede per le donne, mentre le scarpe da uomo sfumano le distinzioni atletiche e formali. Guanti e cappucci sono ricamati con micro fiori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza