Moda

Michael Kors, moda romantica per sognare

Sfilate a 20 anni da stragi, "celebriamo resilienza di New York"

Michael Kors Collection Spring 2022 Show © ANSA
  • di Alessandra Baldini
  • NEW YORK
  • 10 settembre 2021
  • 21:32

Si fa un passo avanti e un passo indietro: Michael Kors non si nasconde l'ineluttabile crescita dei casi di Coronavirus negli Stati Uniti, ma, ottimista inguaribile da sempre, vede all'orizzonte un arcobaleno. Così si sfila in presenza alla storica Tavern on the Green, nel verde di Central Park, con una parole chiave per interpretare la nuova collezione: romanticismo. La Fashion Week newyorchese è ormai entrata nel vivo con la nuova governatrice dello stato di New York, Kathy Hochuk, in prima fila allo show di Prabal Gurung a Battery Park, e il tributo di luci per i venti anni dall'11 settembre sullo sfondo, ma a fronte dei tanti ritorni (il gala del Met con "American Independence" come tema del red carpet, gli Us Open, gli show di Broadway) ci sono state altrettante diserzioni: da Ralph Lauren a Tommy Hilfiger a Marc Jacobs questo settembre non si sono associati. Kors invece c'è: in "un atto di amore per New York" ha celebrato "la resilienza e la rinascita della città e dell'industria della moda" con uno show dal vivo. La star del musical Ariana DeBose (l'Anita del nuovo "West Side Story" di Steven Spielberg) ha intrattenuto gli ospiti come a un garden party.
    Per Kors il 2021 è un anno importante: 40 anni fa le sue creazioni da designer emergente finirono in vetrina di Bergdorf Goodman, il più illustre department store di New York. Michael allora aveva i capelli lunghi e al suo debutto fece seguito una menzione in un articolo del "New York Magazine" firmato niente di meno che da Anna Wintour. Poi un articolo su Vogue e il resto è storia della moda. La nuova collezione è senza tempo. Una gonna svasata pied de poule è abbinata a un twin set versione 2022 con il "sotto" a reggiseno perché, dopo mesi di clausura, spiega Michael, "c'è sempre più voglia di mostrare il proprio corpo". La tavolozza di colori tenui e "ottimisti" - l'azzurro polvere, il rosa cipria, il sabbia - ha anche molto bianco come in un soprabito di pelle traforata come un pizzo in cui la semplicità strutturata si coniuga ai dettagli: "Per una estate diversa da questa", spiega e spera lo stilista. Tagli da sartoria declinati al femminile fanno da cardine alla nuova linea: come nel collo sciallato di un soprabito di cachemire prodotto "impeccabilmente", come il resto, in Italia.
    All'opposto della scala c'è un insieme azzurro polvere "gender fluid" che vede un trench sovrapposto a un tailleur pantaloni dalle linee estremamente rilassate. La nuova collezione è anche all'insegna della filantropia: Kors, che èpartner del World Food Program (WFP) e che ha assicurato in nove anni oltre 20 milioni di pasti a bambini in aree disagiate, ha fatto sfilare anche un maglione unisex con il logo a cuore dell'organizzazione God's Love We Deliver creata nel 1985 da Ganga Stone per portare in bicicletta pasti ai newyorchesi vittima dell'Aids. Ganga è morta a 79 anni lo scorso giugno dopo aver visto il suo programma sfamare 2,5 milioni persone a New York che, per malattia o vecchiaia, non possono uscire di casa.
    (ANSA).
   

  • di Alessandra Baldini
  • NEW YORK
  • 10 settembre 2021
  • 21:32

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie