Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al FuoriSalone installazione choc sulla distruzione del terremoto in Turchia

Al FuoriSalone installazione choc sulla distruzione del terremoto in Turchia

Home Swept home di Fondazione Cesvi con le foto di Fabrizio Spucches

MILANO, 17 aprile 2023, 19:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Porta nel cuore della Milano del design la distruzione causata dal terremoto in Turchia, l'installazione Home Swept home di Fondazione Cesvi. Una provocazione per accendere i riflettori sul diritto a una casa sicura, promosso da CESVI con il programma Case del Sorriso, che garantisce a migliaia di minori vulnerabili, in Italia e nel mondo, protezione, cure, dignità e rispetto dei loro diritti fondamentali.
    Le immagini all'Opificio 31 di via Tortona 31 sono del fotografo Fabrizio Spucches, scattate pochi giorni dopo il terremoto che ha colpito il Paese. Una gigantografia ricopre l'intera facciata di un edificio diroccato.
    Ad accompagnare l'immagine delle abitazioni ormai deserte sono le fotografie di persone che hanno perso la propria casa, ciascuna delle quali abbinata a un racconto inedito che interpreta liberamente lo scatto, a cura di Enrico Dal Buono.
    "La casa non è solo un'abitazione, ma il luogo degli affetti e dove ci si sente al sicuro: un privilegio finito in macerie per migliaia di persone. Attraverso il programma Case del Sorriso, Fondazione CESVI contribuisce a sostenere l'infanzia e le famiglie vulnerabili in Italia e nel mondo nei contesti più difficili a forte rischio di povertà, violenza, o vessati da catastrofi naturali e umane, come i conflitti - dichiara Roberto Vignola, vicedirettore generale di Fondazione CESVI -. Con questo ambizioso progetto, di forte valenza artistica e simbolica, speriamo di diffondere una nuova consapevolezza tra tutte le persone che parteciperanno al Fuorisalone".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza