Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il Salone del Mobile di Milano torna a aprile e gioca in attacco

Il Salone del Mobile di Milano torna a aprile e gioca in attacco

Porro, dopo la pandemia un format radicalmente nuovo

MILANO, 15 febbraio 2023, 19:23

di Gioia Giudici

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo tutti gli stravolgimenti causati dalla pandemia, il Salone del Mobile torna nelle consuete date di aprile, con la sessantunesima edizione in programma dal 18 al 23 aprile a Fiera Milano Rho, ma è tutto nuovo, a partire dal format espositivo su di un unico livello, pensato per semplificare la visita. Tra le novità presentate in anteprima oggi al Teatro Franco Parenti di Milano, anche il nuovo layout di Euroluce, con un percorso ad anello, e la componente culturale, che sarà integrata negli spazi della biennale della luce attraverso mostre, talk, workshop, installazioni site-specific. "Sono molto felice che si torni alle date canoniche, da città olimpica - commenta il sindaco di Milano Giuseppe Sala - queste sono le Olimpiadi del design". "Dopo tre anni non era pensabile - racconta Maria Porro, presidente del Salone - ritornare ad aprile, la nostra tradizionale posizione nel calendario, come se nulla fosse avvenuto. La pandemia ha cambiato in modo radicale il nostro modo di vivere i grandi eventi e questo grande cambiamento non poteva rimanere inascoltato. Siamo un grandissimo evento, siamo in presenza e questa è la sua forza, è globale. Abbiamo pensato che fosse il momento di rilanciare sulla proposta espositiva ponendoci in attacco, ponendoci in ascolto delle esigenze degli espositori e dei visitatori, dando più valore al centro del salone, cioè essere un momento di grandissimo trade, una piattaforma che accelera il business". Per questo il prossimo Salone avrà "un layout rinnovato su un unico livello per facilitare i flussi e il percorso all'interno del salone".
Ci sarà poi, ha anticipato ancora la presidente, "grande focus su Euroluce e la biennale dedicata alla luce, con un format radicalmente nuovo che è l'inizio di un percorso che interesserà tutta la fiera". Quella di aprile sarà infatti l'edizione della biennale della luce, giunta al suo 31/o appuntamento, con un layout espositivo, ripensato dallo studio Lombardini22 e ispirato ai borghi italiani. "The City of Lights" sarà il concept della biennale, per la quale il duo Formafantasma ha creato 'Aurore', una grande piazza dedicata ai talk e dodici 'Costellazioni', che ospiteranno esposizioni come la personale della fotografa Hélène Binet. All'interno dei padiglioni di Euroluce troveranno spazio anche gli oltre 550 protagonisti del 24/o SaloneSatellite, di cui sarà ospite Gaetano Pesce. Sul fronte visitatori, "ce ne aspettiamo tanti e di qualità. Il lavoro che noi facciamo con gli incoming con Ice è cercare di portare quei buyer e interlocutori di altissimo livello. Quest'anno nel Salone si lavora soprattutto sulla qualità, la qualità - sottolinea Porro - della quantità". Per quanto riguarda i russi, "sicuramente non saranno presenti, avranno difficoltà a raggiungere il salone. Il mercato russo che era nella top ten di quelli storicamente più interessanti per il mercato dell'arredamento quest'anno esce dalla top ten, sostituito dagli Emirati Arabi. Quindi è sicuramente un mercato in calo che però viene bilanciato dalla presenza di nuovi operatori e poi dal ritorno dei cinesi". Sul fronte Cina, infatti, "ci aspettiamo finalmente il ritorno dei buyer".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza