Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Milano docente negazionista interrompe spettacolo su Shoah

A Milano docente negazionista interrompe spettacolo su Shoah

Urla "state gonfiando cifre' mentre attrice legge numero vittime

MILANO, 30 gennaio 2023, 18:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Questa è la vostra verità, dite solo quello che vi fa comodo, voi state gonfiando completamente i numeri". Sono le frasi negazioniste con cui un professore dell'Istituto superiore 'Curie-Sraffa' di Milano ha interrotto lo spettacolo, andato in scena alla vigilia della Giornata della Memoria allo Spazio Teatro 89, dal titolo, 'Herr Doktor', incentrato sulla figura di Joseph Goebbels, Ministro della propaganda del Terzo Reich.
    Quando l'attrice Beatrice Marzorati, ha iniziato ad elencare dal palco il numero dei morti della Shoah il docente si è alzato in piedi e dalla platea ha urlato frasi come "questa è la vostra verità, dite solo quello che vi fa comodo, voi state gonfiando completamente i numeri". L'attrice ha replicato che "questa è storia" mentre il professore ha ribattutto che "invece è ideologia".
    "Abbiamo cercato di calmarlo per proseguire lo spettacolo e riprendere eventualmente al termine della rappresentazione il momento di confronto - ha spiegato l'attrice ai microfoni del TgR Lombardia - ma lui ha deciso di lasciare la sala".
    Il professore non sarebbe nuovo a posizioni del genere. A denunciare l'accaduto sono stati proprio i suoi colleghi d'istituto che hanno scritto una lettera alla dirigente scolastica, allo staff, al Consiglio d'istituto e al teatro, per dissociarsi da queste affermazioni negazioniste. Allo Spazio Teatro 89 sono arrivate anche le scuse della preside, Raffaella d'Amore, che ha spiegato come questo episodio non rappresenta in alcun modo l'istituto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza