Università: Udu lancia petizione per lezioni registrate

Studenti, tanti non possono seguire le lezioni a distanza

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Le lezioni nelle università sono ripartite, eppure non tutto sta andando per il meglio: le studentesse e gli studenti tornati nelle università sono molti meno rispetto agli altri anni e anche in quei corsi che hanno ripreso con l'erogazione della didattica in presenza non tutti gli iscritti, per diversi motivi, sono tornati a frequentare l'università.
    "La modalità telematica da quest'anno è diventata uno strumento fondamentale per permetterci di seguire le lezioni - spiega Enrico Gulluni, Coordinatore Nazionale dell'Unione degli Universitari - ma molti tra noi studenti non possono seguirle in tempo reale per motivi legati al lavoro, a problemi di connessione, a malfunzionamenti dei software utilizzati o per altri motivi personali". "La questione non è da sottovalutare - continua Gulluni - È assolutamente inaccettabile che gli studenti abbiano pagato le tasse per non poter seguire nemmeno le lezioni e prepararsi agli esami. Per questo lanciamo un appello tramite una petizione online al Ministro Gaetano Manfredi e a tutti gli atenei, a cui chiediamo con forza che tutti i docenti carichino le proprie lezioni online nelle piattaforme di cui ogni università si è dotata per erogare la didattica online. Caricare le lezioni telematiche registrate è un'esigenza dettata dal periodo, che permette anche di avere un ulteriore strumento per lo studio individuale, che ne verrebbe potenziato e arricchito".
    Conclude Gulluni: "Per questo chiediamo che le lezioni vengano registrate, che l'università vada incontro alle esigenze di tutte e tutti. La didattica telematica deve essere pienamente fruibile e a disposizione di tutte e tutti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA