/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Torino sfila il Pride, almeno 15mila in piazza per i diritti

A Torino sfila il Pride, almeno 15mila in piazza per i diritti

Sindaco Lo Russo: "Coniugare diritti civili e sociali"

TORINO, 17 giugno 2023, 19:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La Torino del diritti scende in piazza al grido di "Tacchi rotti eppur bisogna andar". È partita dal quartiere Aurora la parata del Torino Pride che conta, alla partenza, almeno 15mila persone. Numeri che stanno però aumentando mentre il corteo sfila per le vie del quartiere per raggiungere poi il parco del Valentino.
    In prima fila, con la fascia tricolore, anche il sindaco Stefano Lo Russo: "Siamo in un luogo simbolo di Torino - dice -.
    Sono molto contento che il Coordinamento Torino Pride abbia deciso di partire da Aurora, perché la dimensione dei diritti civili si coniuga con quella dei diritti sociali. Torino - prosegue - è una città che ha l'esigenza di ricucire una frattura anche sociale, di ridurre le diseguaglianze e questo doppio registro, di una città per i di rutti che coniuga diritti civili e sociali, è il messaggio che arriva da questa piazza".
    Per il primo cittadino sul tema dell'omolesbotransfobia "non bisogna mai abbassare la guardia, perché si rischia di scivolare in una dimensione di indifferenza anche rispetto ad episodi che non vanno mai sottovalutati, anzi. Serve una politica positiva di diffusione della cultura e della tolleranza, perché una società inclusiva è una società in cui i cittadini si sentono protagonisti. Dare dei diritti a qualcuno - conclude - non significa toglierne ad altri e questa è l'impostazione culturale che vogliamo avere".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza