Trentennale Dia:De Raho,intelligenza artificiale contro clan

Globalizzazione e circolazione informazioni sono le armi

Redazione ANSA PALERMO

(ANSA) - PALERMO, 09 NOV - Globalizzazione nel coordinamento delle indagini e dell'azione della magistratura a livello internazionale e maggiore circolazione delle informazione all'interno dei circuiti giudiziari italiani: sono alcune delle armi da usare nella lotta ai clan. Lo ritiene li procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho intervenuto al convegno su "Il ruolo dei magistrati nel contrasto alle mafie" organizzato nell'ambito dell'iniziativa l'Antimafia Itinerante, progetto nato per il trentesimo anniversario della istituzione della Dia.
    Al convegno partecipano la ministra della Giustizia Marta Cartabia, il vicepresidente del Csm David Ermini, la vicepresidente dell'Anm Alessandra Maddalena, il direttore dell'Anticrimine Francesco Messina, il presidente del tribunale di Palermo Antonio Balsamo, il presidente della corte d'appello Matteo Frasca, il prefetto di Palermo Giuseppe Forlani ed esponenti di vertice delle forze dell'ordine.
    "Il dato investigativo non è proprietà di un ufficio e una tempestiva informazione consente una più ampia capacità investigativa", ha aggiunto.
    "A fronte delle nuove tecnologie usate dalle mafie noi rispondiamo con tavoli tecnici interforze: lo scopo è ad esempio - ha aggiunto - analizzare sistemi elettronici di pagamento che consentono somma più agevole del riciclaggio" De Raho ha parlato anche dell'impiego dell'intelligenza artificiale nelle indagini antimafia "specie in relazione alla vigilanza sull'uso dei fondi che arriveranno col Pnrr". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA