Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Stella danza alle paralimpiadi insultata su TikTok perché down

Stella danza alle paralimpiadi insultata su TikTok perché down

Il padre, ho paura per lei comprendo chi l'ha fatta finita

MILANO, 16 aprile 2023, 16:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Rappresenterà tutti gli italiani ai giochi mondiali Special olympics di Torino nel 2025. E' infatti campionessa paralimpica tricolore di danza sportiva. Ha vinto coppe e medaglie di ogni genere. Il suo palmares è pieno di titoli. Il primo se lo è aggiudicato a soli 13 anni. E' la bella storia di Giada Canino, una ragazza down di Calolziocorte (Lecco) che compirà 18 anni a ottobre. Una bella storia che però rischia di essere rovinata da cyberbulli che l'hanno presa di mira da quando pubblica i suoi video su TikTok.
    Da mesi - viene denunciato dai genitori in un servizio sul quotidiano Il Giorno - è bersaglio di migliaia di insulti pesanti, prese in giro e sfottò. Sconosciuti si nascondono dietro l'anonimato di un nickname o di account indecifrabili per umiliarla. Sembra che i più cattivi siano i giovani: "E questo mi fa arrabbiare ancora di più - dice papà Elio che ha sempre sostenuto la figlia con mamma Lella -. È la prima volta che le succede e ci succede. Giada è una ragazza abbastanza forte da fregarsene, ma adesso ci pone domande che non ci aveva mai fatto prima. Ci chiede se ce l'hanno con lei perché è brutta o perché ha la sindrome di Down. Ma io cosa posso risponderle? Ho paura per lei. Comprendo i tanti ragazzini che non hanno retto e l'hanno fatta finita".
    La studentessa, che frequenta l'ultimo anno all'istituto superiore Lorenzo Rota della cittadina, ha subito interventi agli occhi e al cuore da piccola. Problemi che però non la hanno mai fermata nella sua passione per la danza.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza