Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Morì dopo pestaggio: ragazzo, sono dispiaciuto

Morì dopo pestaggio: ragazzo, sono dispiaciuto

Ammette di avere partecipato ma con ruolo marginale

GENOVA, 06 marzo 2023, 17:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ha detto di essere "dispiaciuto e pentito" per quanto successo e di avere avuto un ruolo più marginale, che i suoi colpi sono stati "meno violenti". È la sintesi dell'interrogatorio di garanzia di Daniel Borsi, lo studente di 19 anni ai domiciliari da giovedì per l'omicidio preterintenzionale dell'ingegnere informatico Servio Faveto.
    L'uomo era stato massacrato a Molassana da Borsi e un ragazzo di 17 anni perché lo avevano scambiato per pedofilo ed era morto un mese e mezzo dopo in ospedale a causa delle lesioni subite.
    Il ragazzo, difeso dagli avvocati Simone Vernazza e Matteo Mezzapesa, ha parlato per mezz'ora davanti al gip: ha ammesso di avere preso parte al pestaggio ma con un ruolo marginale rispetto al minorenne. Borsi resterà ai domiciliari. I suoi legali al momento non hanno chiesto alcuna revoca o attenuazione della misura cautelare. Prima dell'interrogatorio di garanzia, i carabinieri hanno depositato, al pubblico ministero Paola Calleri, una nuova informativa con le testimonianze di altri ragazzi che hanno assistito alla scena.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza