Il mondo dei corsi di lingue all'estero si incontra a Roma

All'Euro il 27 novembre il Salone organizzato dell'Ialca

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Il mondo dei corsi di lingue all'estero si incontra a Roma, al Salone delle Fontane (EUR) il 27 novembre 2021, in occasione del 2° Salone delle Lingue, organizzato dalla Ialca, l'Associazione Italiana degli Agenti e dei Consulenti Linguistici.
    Dopo una forzata interruzione nel 2020 a causa della pandemia e questi mesi di limitazione negli spostamenti, il Salone delle Lingue torna a Roma, con la sua seconda edizione, per venire incontro alla rinnovata voglia di viaggi studio all'estero di giovani e meno giovani.
    Il Salone delle Lingue offrirà ai visitatori - studenti, docenti, adulti e professionisti interessati alle lingue straniere - una giornata durante la quale incontrare scuole di lingue provenienti da Gran Bretagna, Irlanda, Malta, USA, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Spagna, Germania, Francia, Russia… e le agenzie Ialca. Agenzie e scuole saranno a disposizione per dare informazioni e consigli a coloro che desiderano programmare una mobilità internazionale all'estero.
    L'obiettivo del Salone delle Lingue è quello di presentare i tantissimi e diversi programmi di studio offerti dal settore dell'Education Abroad: dai corsi intensivi di lingue per giovani, adulti e professionisti a quelli di internship e di teacher training, dai corsi di lingua abbinati a sport o attività culturali a quelli per studenti della terza età, per arrivare a corsi specialistici all'avanguardia quali "Global Language Training", "Cultural Awareness Training" e "Skills and Intercultural Training". E, naturalmente, la sempre più richiesta "High School Experience" declinabile in un trimestre, un semestre o un intero anno scolastico all'estero.
    Il settore dei corsi di lingue all'estero sta ripartendo dopo mesi di stallo. L'Italia si riproporrà comunque in testa alla classifica mondiale per numero di studenti che ogni anno vanno a studiare una lingua straniera all'estero, a seguire corsi di laurea o master, per ottenere certificazioni internazionali sia professionali che linguistiche.
    Secondo i dati della Gaela l'associazione che riunisce la maggioranza delle scuole di lingue in tutti i principali paesi, gli studenti italiani nel 2019 - l'ultimo anno pre-pandemia sono stati di gran lunga i più numerosi in Gran Bretagna (138.000 studenti), in Irlanda (36.400 studenti), in Spagna (29.500 studenti) e a Malta (24.200 studenti). In totale, calcolando anche le altre destinazioni, dall'Italia, in tempi normali, partono circa 250.000 studenti ogni anno, non solo per migliorare la conoscenza di una lingua ma anche per fare un'esperienza internazionale, sempre più richiesta.
    Il Salone delle Lingue organizzato dalla IALCA vuole rispondere a questa altissima richiesta di corsi all'estero. "Il Salone delle Lingue è un EDUday" spiega Pina Foti, presidente della IALCA, "una giornata informativa dedicata in particolare a studenti, docenti e dirigenti scolastici per aiutarli a pianificare l'esperienza di studio all'estero". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA