Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Annunciazione di Salviati tornerà a S.Giovanni Maggiore a Napoli

Annunciazione di Salviati tornerà a S.Giovanni Maggiore a Napoli

Dopo 63 anni. Sponsor del restauro la società Metro.Ferr

MILANO, 02 aprile 2024, 16:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'Annunciazione di Francesco Salviati, uno dei massimi pittori fiorentini del '500, sarà restaurata e restituita alla Basilica di San Giovanni Maggiore di Napoli, una delle chiese più antiche e importanti della città che è stata chiusa per oltre quarant'anni per interminabili lavori di restauro.
    Oggi, grazie alla disponibilità del Museo e al mecenatismo dello sponsor, la società Metro.Ferr s.r.l., l'importante dipinto potrà essere restaurato dallo studio Karin Tortora e restituito alla collettività dopo oltre 63 anni.
    Dell'ingente patrimonio artistico custodito, trasportato per motivi di sicurezza in altre sedi, solo una parte è stata ricollocata nella chiesa alla sua riapertura, circa 10 anni fa.
    Dopo una lunga ricerca, quasi tutti gli altri beni sono stati individuati, pronti per tornare nel luogo che li ha custoditi per secoli.
    Il lavoro di ricostruzione del patrimonio mobile comincia con la restituzione da parte del Museo di Capodimonte dell'Annunciazione di Francesco Salviati. Il dipinto, che reca in basso la firma dell'artista, era uno delle più importanti opere d'arte custodite nelle chiese napoletane e si trova nei depositi del Museo di Capodimonte, in attesa di un restauro, dal 1960.
    Intanto altre importanti opere stanno per rientrare nel loro luogo di origine, nella Basilica posta accanto all'Università Orientale, come quelle custodite nel Museo Diocesano (tra cui 'Lo sposalizio della vergine' di Diana De Rosa e 'Il sogno di San Giuseppe' di Agostino Beltrano), e altre in deposito temporaneo negli uffici della Questura, dell'Università Federico II e della Guardia di Finanza.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza