Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Case popolari occupate dal clan, scattano i sequestri a Napoli

Case popolari occupate dal clan, scattano i sequestri a Napoli

Sedici indagati, 17 gli appartamenti da liberare

NAPOLI, 27 febbraio 2024, 10:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Diciassette appartamenti popolari occupati abusivamente a Napoli da persone vicine alla criminalità, anche organizzata. E' quanto è stato scoperto nel 'Rione Amicizia' del quartiere San Carlo all'Arena, dove le forze dell'ordine hanno notificato stamane un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip presso il Tribunale di Napoli a sedici indagati, che ora avranno un mese di tempo per lasciare le case.
    Gli immobili in questione appartengono all'Agenzia Campana per l'Edilizia Residenziale (Acer) e rientrano in un complesso di 566 appartamenti, divisi in 21 isolati, dei quali 12 saranno oggetto degli interventi di riqualificazione previsti dal Pnrr.
    E' stato scoperto che l'isolato 12 (in via Giusso 17) risultava occupato senza titolo da nuclei familiari riferibili alla famiglia criminale Contini-Bosti, legata al cartello camorristico dell'Alleanza di Secondigliano.
    Gli accertamenti sono stati svolti dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Napoli, dalla Squadra Mobile, dalla Guardia di Finanza di Napoli e dalla Polizia Locale di Napoli - Unità Operativa Tutela Patrimonio. I sedici indagati sono accusati di invasione di terreni ed edifici. L'autorità giudiziaria ha concesso un termine di 30 giorni entro il quale dovranno abbandonare gli immobili, prima che si avvii la procedura per lo sgombero coatto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza