Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Strategia di contrasto ai clan, Gratteri visita la Dia di Napoli

Strategia di contrasto ai clan, Gratteri visita la Dia di Napoli

Confronto sui temi investigativi con direttore e capo centro

NAPOLI, 22 febbraio 2024, 08:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Temi investigativi e le strategie da adottare per la prevenzione e il contrasto della criminalità organizzata: sono i temi che il procuratore di Napoli Nicola Gratteri ha affrontato ieri pomeriggio nel corso della sua visita alla Dia di Napoli dove si è intrattenuto a colloquio con il direttore, il generale di corpo d'armata Michele Carbone e il capo centro Claudio De Salvo.
    Nel corso dell'incontro particolare risalto, - riporta una nota - è stato dato alle valutazioni sulle attività in corso e alle misure di prevenzione per l'aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati dalla criminalità organizzata. Altro tema connesso è stato l'utilizzo di strumenti specifici da parte della Dia per il contrasto alla presenza criminale nell'economia, come le segnalazioni di operazioni sospette, che, anche di recente hanno consentito importanti risultati, come il sequestro da circa 55 milioni di euro disposto dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ed eseguito il mese scorso, un'operazione che ha visto la sinergia tra il procuratore della Repubblica e del direttore della Dia.
    Il magistrato antimafia, con il direttore Carbone, ha poi incontrato il personale del Centro Operativo cui ha rivolto un sentito ringraziamento per l'impegno profuso nel difficile territorio del Distretto e ha voluto far sentire a tutti i componenti della struttura interforze la vicinanza dell'intera Procura.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza