Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Morti sul lavoro, manifestazioni in tutta la Campania

Morti sul lavoro, manifestazioni in tutta la Campania

Sit in e presidi davanti alle Prefetture per dire "Basta!"

NAPOLI, 21 febbraio 2024, 20:41

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Da Napoli a Caserta, da Benevento ad Avellino, il tema delle morti sul lavoro al centro delle manifestazioni promosse dai sindacati. In tutta la regione si sono svolte assemblee nei luoghi di lavoro e volantinaggi.
    Centinaia di lavoratori edili e metalmeccanici hanno preso parte al presidio promosso a Napoli da Cgil e Uil davanti alla sede della Prefettura, in piazza Plebiscito, in occasione dello sciopero nazionale delle due categorie proclamato dopo la strage sul lavoro avvenuta a Firenze venerdì. Lo sciopero riguarda le ultime due ore di ciascun turno. Presenti al sit in anche molti giovani e pensionati.
    Stessa scena a Caserta dove si è tenuto il presidio di Cgil e Uil al grido di "Basta morti sul lavoro". I due sindacati hanno tenuto un sit-in davanti alla prefettura, con l'obiettivo di chiedere al Governo "un'azione di controllo e prevenzione sul territorio che introduca un sistema di premialità per le aziende virtuose e che dia responsabilità alle aziende committenti di tutto il processo degli appalti, eliminando il ricatto dei salari bassi e della perdita del lavoro". I sindacati hanno presentato al prefetto di Caserta Giuseppe Castaldo un documento in cui ricordano come la provincia di Caserta "ha pagato e sta pagando un prezzo altissimo in termini di infortuni e di morti".
    Anche a Benevento sindacati in piazza con un presidio nei pressi della Prefettura per protestare e richiamare l'attenzione pubblica sulle vittime del lavoro nei cantieri edili, nelle fabbriche e nei campi. I sindacati hanno auspicato una svolta e hanno richiesto interventi celeri del Governo e del Parlamento per frenare le vittime sul lavoro.
    Rivedere la liberalizzazione del subappalto, rafforzare le risorse per la vigilanza, predisporre banche dati uniche a livello nazionale e regionale per individuare chi viola le norme su salute e sicurezza: questi i punti che i sindacati edili e metalmeccanici di Cgil e Uil hanno sottoposto al presidente della Provincia di Avellino, Rino Buonopane, nel corso di un sit-in davanti alla sede dell'amministrazione provinciale di Avellino e nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza