Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al Teatro Augusteo Paolo Caiazzo con "Quella visita inaspettata"

Al Teatro Augusteo Paolo Caiazzo con "Quella visita inaspettata"

La moralità di un imprenditore del Sud, un thriller da ridere

NAPOLI, 11 febbraio 2024, 18:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' in programma venerdì 16 febbraio, nel Teatro Augusteo di Napoli, il debutto nazionale di "Quella visita inaspettata", commedia in due atti scritta e diretta da Paolo Caiazzo, protagonista in scena fino a domenica 25 febbraio. Con lui, in ordine di apparizione, Carlo Caracciolo, Daniele Ciniglio, Cinzia Cordella, Francesca Morgante e la partecipazione di Maria Bolignano (scenografia di Francesco Felaco, costumi di Federica Calabrese, disegno luci di Luigi Della Monaca, aiuto regia Sofia Ardito, foto e grafica Francesco Fiengo Studios).
    "La linea di confine fra un comportamento etico da uno immorale non ha sempre un andamento lineare ed è in funzione di opportunità e situazioni" si sottolinea. Il protagonista Ferruccio, imprenditore del Sud, è orgoglioso della sua moralità. Una sola pecca si riconosce: la passione per Diabolik, che era un ladro. Una moglie arrivista, una sorella vittima di un shock post traumatico infantile, un figlio bamboccione e un commercialista fin troppo amico completano il quadro. Gli equilibri familiari, anche se precari, sembrano reggere, ma una visita inaspettata mette in discussione tutto facendo affiorare vecchi scheletri nell'armadio: l'imprenditore deve rispondere di alcuni fondi sospetti transitati, a sua insaputa, su un conto corrente bancario. Incapace di reggere il peso delle accuse e spinto dalla disperazione, Ferruccio andrà oltre le aspettative decidendo di fare una follia e liberare il suo lato oscuro.
    Questo nuovo aspetto spregiudicato, ispirato comicamente a film e serie 'crime' che invadono tv e streaming, conquista gli abitanti della casa, inconsapevoli vittime del 'fascino del male'. Un fascino che molte sceneggiature sfruttano, si evidenzia ancora, "frutto di un difetto di fabbrica del genere umano, spesso attratto dai cattivi. Così come la generazione di Ferruccio aveva tifato per Diabolik, Lupin, Sandokan, corsari, ora i figli seguono nuovi protagonisti usciti da Scarface, Gomorra, Romanzo criminale, Mare fuori… più crudi e violenti, ma conseguenza dello stesso aspetto affascinante nei confronti di uno spettatore. Un argomento insolito per una commedia che genera un maldestro thriller, tutto da ridere" si sottolinea.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza