Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Caso Cpr Milano, Riesame conferma il sequestro della società

Caso Cpr Milano, Riesame conferma il sequestro della società

La gestione del centro è passata a un amministratore giudiziario

MILANO, 25 gennaio 2024, 13:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Tribunale del Riesame di Milano ha dichiarato "inammissibile" il ricorso presentato da Martinina srl, la società con sede a Salerno che gestiva fino a metà dicembre scorso il centro di permanenza rimpatri di via Corelli a Milano, contro il sequestro del ramo d'azienda, disposto d'urgenza dai pm Paolo Storari e Giovanna Cavalleri e confermato dal gip Livio Cristofano nell'inchiesta per frode e turbativa che ha fatto emergere le condizioni "disumane" per i migranti. La decisione dei giudici Amicone-Alonge-Magelli è arrivata dopo l'udienza del 12 gennaio di discussione sul ricorso, presentato dal legale Michele Sarno. Il Cpr, dopo la convalida del sequestro il 21 dicembre, è gestito ora da un amministratore giudiziario, il commercialista Giovanni Falconieri. Il gip, tra l'altro, con un altro provvedimento distinto, sempre su istanza dei pm, ha disposto anche il divieto per la srl di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno.
    Gli inquirenti, dopo un'ispezione nel Cpr il primo dicembre, hanno scoperto anche che la Prefettura di Milano, il 13 novembre, aveva "rinnovato il contratto" con l'azienda - che aveva già vinto l'appalto da circa 4,4 milioni di euro nel 2022 - per la gestione del Centro per un altro anno, fino al 31 dicembre 2024. Da qui la necessità, per la Procura, di bloccare "la situazione di illegalità in atto" che "ha pesanti conseguenze" sui migranti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza