Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Musica, cinema e diritto, studenti a confronto con Ricciardi

Musica, cinema e diritto, studenti a confronto con Ricciardi

Iniziativa con il cantautore all'università di Salerno

SALERNO, 04 dicembre 2023, 18:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Siate folli, siate liberi di essere chi volete". Cosí Franco Ricciardi agli studenti dell'Università degli studi di Salerno. Il cantautore è stato ospite di un dibattito dal titolo "Musica, cinema e diritto penale", svoltosi oggi presso l'aula delle lauree "Nicola Cilento" e moderato dal professore di Diritto penale Elio Lo Monte. "Io ringrazio ogni giorno di essere nato napoletano e di aver potuto cantare nella lingua più bella del mondo - ha spiegato Ricciardi - Scampia? Quando ho cominciato a cantare era visto come un territorio disagiato, nessuno riusciva a vederci il bello. Dopotutto chi l'ha costruita l'ha voluta così, ha voluto che si alimentasse l'illegalità. Oggi per fortuna è cambiato il modo di vedere Scampia, oggi si è compreso che se le periferie vivono contesti difficili non è colpa delle persone ma dell'assenza dello Stato".
    Franco Ricciardi ha incontrato circa 250 studenti di giurisprudenza e ha ricordato loro gli esordi della sua carriera ed il valore della musica come riconoscimento sia culturale che sociale. "Sono contento di essere qui oggi - ha detto agli studenti ed alle studentesse - potermi confrontare con voi è quasi più bello di essere ad un concerto".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza