Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Minori aggrediti da baby gang, Ps denuncia 14 adolescenti

Minori aggrediti da baby gang, Ps denuncia 14 adolescenti

Nel Casertano, dopo aggressione a Capodrise

CASERTA, 09 marzo 2022, 16:32

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Quattordici minori sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per aver aggredito dei coetanei a Capodrise, nel Casertano. I reati contestati sono le lesioni e le minacce aggravate. Secondo quanto accertato dai poliziotti del Commissariato di Marcianise, i fatti sono avvenuti il 20 febbraio scorso, quando in serata, il gruppo di minori, composto da adolescenti di entrambi i sessi dai 13 ai 17 anni, prima si è reso protagonista del pestaggio di un giovane di 14 anni, attirato con una scusa all'esterno di una pizzeria di via Dante a Capodrise, e poco dopo dell'aggressione di una ragazza 16enne accusata di aver filmato il pestaggio. I poliziotti hanno identificato e denunciato alla Procura per i minorenni di Napoli i ragazzini responsabili delle aggressioni grazie alle denunce delle vittime e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza comunali; nei confronti dei quattordici minori è stato inoltre avviato dalla Questura di Caserta l'iter per l'adozione del provvedimento del "Daspo Urbano".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza