Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio: feste e ricordi, Napoli celebra compleanno Maradona

Calcio

Calcio: feste e ricordi, Napoli celebra compleanno Maradona

Festa con ex compagni al Maschio Angioino, sindaco al murales

NAPOLI, 30 ottobre 2021, 14:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una festa nelle strade, in casa, sui social. Il primo compleanno di Diego Maradona dopo la sua morte è stato festeggiato ancora di più a Napoli, la città che il 30 ottobre da sempre celebra la data di nascita di quello che continua a essere considerato una sorta di profeta e oggi un protettore insieme a San Gennaro. Un simbolo per una città che si è sentita sempre poco protetta.
    In tanti sono andati nella piazzetta dei quartieri spagnoli dove c'è l'enorme murales di Maradona che occupa tutta la facciata di un palazzo, diventata simbolo del maradonismo sin dal giorno della morte di Diego e che da allora è anche frequentata da tanti turisti. Ci sono andati i tifosi, i napoletani che si sono goduti i suoi anni e i ragazzi che lo hanno vissuto nei racconti e ci è andato anche il sindaco Gaetano Manfredi, tifoso della Juventus ma del tutto consapevole che Maradona è un concetto che va al di là del tifo: "Napoli ti festeggia in eterno, buon compleanno Diego Maradona", ha scritto, postando una sua foto davanti ai ritratti di Diego nella piazzetta. Una festa si è svolta al Maschio Angioino, organizzata tra gli altri da Raffaella Iuliano, figlia dello scomparso Carlo, il capo della comunicazione del Napoli degli anni di Diego. Alla celebrazione c'erano tanti ex giocatori azzurri che hanno giocato con Diego come Bruno Giordano, Nando De Napoli, Giuseppe Volpecina, Raffaele Di Fusco, Luigi Caffarelli, ma anche Luciano Moggi e Salvatore Carmando, il fisioterapista del club di quegli anni. Una riunione per festeggare Diego raccontando gli anneddoti di quegli anni di Diego, ma anche lanciando un nuovo appello per il recupero del Centro Paradiso, il capetto di Soccavo dove si allnava il Napoli all'epoca e che oggi è un bosco abbandonato.
    I
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza