Campania

Napoli: percorso culturale al Borgo Orefici con 25 targhe

Raccontano storie e aneddoti, con QR code accesso ad audioguide

(ANSA) - NAPOLI, 25 MAG - I napoletani e i turisti che si troveranno a passeggiare nei vicoli del Borgo Orefici potranno conoscere curiosità, storie e aneddoti di questa zona antica di Napoli. Lungo le strade che portano da corso Umberto passando per l'Università Federico II fino a raggiungere piazza Mercato, entrando così nel cuore del Borgo Orefici, sono state installate 25 targhe, tratte da 'Storie di Napoli', portale di divulgazione storica locale che racconta le storie della Campania, per dare vita a un itinerario culturale. Lo svelamento delle targhe si svolgerà giovedì 27 maggio alle ore 10.30.
    Il progetto è stato realizzato da un gruppo di giovani under 28 con la collaborazione del Consorzio Antico Borgo Orefici, guidato dal presidente Roberto de Laurentiis, e del Comitato residenti, rappresentati dal vice presidente Francesco Paolo Esposito. I testi sulle targhe sono in italiano e in inglese e attraverso un QR code è possibile collegarsi a delle audioguide.
    Un percorso che accompagna i visitatori in otto secoli di storia del quartiere e che racconta le avventure del condottiero Fabrizio Maramaldo a Via Marramarra, le origini francesi delle strade a Rua Toscana, l'incontro di Alfonso d'Aragona con Lucrezia d'Alagno.
    Grazie al finanziamento di Agenzia Nazionale Giovani, nell'ambito del Corpo Europeo di Solidarietà, Storie di Napoli ha dato il via a un progetto di valorizzazione di una delle aree del centro storico della città - si sottolinea in una nota - ''tagliata fuori dai canonici itinerari turistici, nonostante si trovi a pochi minuti da Spaccanapoli e alle spalle del porto turistico''. Il rilancio turistico del Borgo Orefici, custode della tradizione orafa napoletana e parte integrante della cultura partenopea, sottolineano i promotori dell'iniziativa, può essere di esempio per tutta la città. Il progetto è stato ideato dal fondatore dell'Associazione Storie
di Napoli, Federico Quagliulo. E' attualmente, si rileva, l'unico progetto sperimentale completato nella città di Napoli.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie