Vaccini: Napoli;medici Policlinico, fragili si fidano di noi

Diabetici, immunodeficienti, al via dosi per pazienti a rischio

(ANSA) - NAPOLI, 25 MAR - Primo blocco di pazienti fragili convocati al II Policlinico di Napoli che da oggi parte con le vaccinazioni covid19 pe i pazienti cronici e fragili che sono normalmente seguiti. Niente code, ma convocazioni per fasce di orario all'edificio 15, con i box per i vaccini e una stanza frigorifero per le dosi di Pfizer. "Parliamo di pazienti - spiega Antonio Cittadini, professore di medicina interna e primario del reparto covid del Policlinico - che seguiamo da anni con cui abbiamo un rapporto ombelicale.
    Chiamati dai loro medici che conoscono si sono liberati di tutte le perplessità, si sono rassicurati. Oggi facciamo i diabetici di tipo 1 e 2 e con scompenso cardiaco, ma anche gli immunodeficienti, pazienti fragili con più malattie che rischiano molto se prendono il covid. Facciamo Pfizer in questi giorni e proseguiamo anche con Astrazeneca nelle prossime settimane".
    Enza Mozzilo, specialista ambulatoriale del centro regionale di diabetologia pediatrica accoglie i giovani dai 16 anni in su convocati: "E' fondamentale - spiega - che qui ci sia un punto vaccinale, li abbiamo contattati personalmente, i ragazzi avevano titubanze, c'erano paure nelle famiglie perché il vaccino è dai 16 anni in su, alcuni genitori volevano aspettare.
    Qui dove li visitiamo sempre e li abbiamo in follow up da quando erano piccoli e li abbiamo fatti ragionare sui rischi dell'infenzione da covid e gli effetti collaterali lievi delle vaccinazioni, alla fine hanno aderito tutti".
    Positivo l'avvio per Giuseppe Spadaro, direttore del centro di scienze immunologiche della Federico II: "parliamo di pazienti ad altissimo rischio per le malattie infettive viste le deficienze del sistema immunitario.". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie