Trans denunciano, cacciate da camping

Direttrice villaggio, non è vero, commessi atti osceni

(ANSA) - NAPOLI, 17 AGO - Cacciate da un campeggio naturista in quanto 'colpevoli' di atti osceni in luogo pubblico. É così, con questa 'giustificazione' che tre trans sono state messe alla porta di un campeggio di Capo Rizzuto, il Pizzo Greco.
    "Ci hanno cacciate perché siamo trans", dice Stefania Della Gatta, in vacanza con altri due trans. La direttrice del campeggio nega: "Nessuna discriminazione". "Abbiamo ballato in maniera sensuale", spiega Stefania. "Hanno commesso atti osceni", la risposta del camping.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie