Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trentenne trovato cadavere nel cosentino, ipotesi overdose

Trentenne trovato cadavere nel cosentino, ipotesi overdose

S. Nicola Arcella, era all'interno di un'auto vicino al mare

SAN NICOLA ARCELLA, 01 aprile 2024, 20:30

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il cadavere di un uomo di circa trent'anni, che sarebbe originario di Laino Borgo, comune della fascia calabrese del Pollino, è stato trovato a San Nicola Arcella, nel cosentino. Il corpo senza vita era all'interno di un'auto parcheggiata in località Arcomagno.
    L'auto era ferma a poca distanza dal mare in uno spiazzo utilizzato come parcheggio al servizio di una struttura balneare, chiusa in questo periodo.
    Secondo quanto riferito dal Comando provinciale dei carabinieri di Cosenza, la persona deceduta presentava segni tali da indurre a pensare che il decesso possa risalire ad diversi giorni addietro. I militari hanno avviato indagini per stabilire il momento preciso e la causa della morte. Una prima ipotesi formulata sarebbe quella di morte in conseguenza della assunzione di sostanze stupefacenti.
    Sul posto, una zona non particolarmente frequentata in questo periodo dell'anno, è intervenuta anche una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Scalea che ha provveduto a infrangere il vetro di uno dei finestrini della vettura risultata chiusa dall'interno. A scoprire il cadavere e a dare successivamente l'allarme era stato in precedenza un ragazzino che si trovava nella zona con i familiari per la festività di Pasquetta e che si era avvicinato alla vettura per recuperare un pallone.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza