Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nuovo sequestro di un telefono cellulare in carcere Rossano

Nuovo sequestro di un telefono cellulare in carcere Rossano

Sappe: 'problema oltre che serio è diventato drammatico'

CATANZARO, 29 febbraio 2024, 13:16

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ancora telefoni cellulari nel carcere di Rossano. Un agente, nel corso di un normale controllo nella sezione detentiva, si è accorto che un detenuto, all'interno della stanza, stava tranquillamente usando un telefono. Qualche giorno fa, nel carcere di Catanzaro, un detenuto, sembra proveniente dal carcere di Rossano, teneva occultato un micro telefono cellulare, scoperto sempre dagli agenti di polizia penitenziaria. Lo rende noto il Sappe.
    "Il problema, ormai, - affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Ciccone, segretario regionale - oltre che serio è diventato drammatico.
    Non è più accettabile che all'interno delle carceri ci siano decine e decine di telefoni cellulari. Ricordiamo che solo pochi giorni addietro, nello stesso carcere di Rossano, durante un'operazione della polizia penitenziaria, erano stati trovati circa cento telefoni cellulari. Ricordiamo ancora che introdurre o possedere illegalmente un telefono cellulare in carcere costituisce reato, punito da 1 a 4 anni di reclusione.
    L'introduzione del reato nel nostro codice penale, purtroppo, non ha sortito gli effetti sperati, per cui l'unico deterrente possibile rimane la schermatura degli istituti per rendere inutilizzabili i telefoni".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza