Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Quirinale: tre gli "Alfieri della Repubblica" della Calabria

Quirinale: tre gli "Alfieri della Repubblica" della Calabria

Attestati consegnati al Quirinale dal presidente Mattarella

CATANZARO, 24 febbraio 2023, 19:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tre dei 30 "Alfieri della Repubblica" nominati oggi dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, sono calabresi. Sono Maria Grazia Fragale, di 17 anni, Elisaveta Petronela Merfu, di 19, e Francesco Spataro, di 17.
    Maria Grazia Fragale, residente a Serrastretta, è stata premiata, secondo quanto è detto nella motivazione, "per la testimonianza di solidarietà che ha offerto nelle sue diverse attività. Per avere favorito l'integrazione di una ragazza ucraina all'interno della classe e per avere aiutato alcuni rifugiati ucraini nell'apprendimento della lingua italiana".
    Per Elisaveta Petronela Merfu, di Scalea, il riconoscimento è stato motivato "dall'impegno sociale e dall'attività di volontariato che svolge in favore dei ragazzi più piccoli, dopo aver ricevuto aiuto in un periodo difficile della propria vita".
    La giovane, infatti, fa la volontaria nel "Punto luce Save the children" di Scalea, centro da cui ha ricevuto anche assistenza quando era più piccola.
    Per quanto riguarda, infine, Francesco Spataro, residente a Celico, la motivazione del riconoscimento é legata alla sua "generosa attività di volontariato attraverso la quale cerca di sensibilizzare i coetanei sull'importanza della condivisione e sul valore del cibo". Spataro, infatti, è un'attivista del Banco alimentare, il cui presidente, tra l'altro, ha partecipato alla cerimonia di consegna degli attestati.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza