Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Coworking rurale nel bosco,Vicchio capofila progetto europeo

Coworking rurale nel bosco,Vicchio capofila progetto europeo

Su piattaforma digitale spazi proposti da privati e pubblico

FIRENZE, 19 gennaio 2023, 15:10

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lavorare in una casetta di legno nel bosco, in un b&b o in agriturismo in campagna, direttamente dalla bottega di un artigiano o dalla biblioteca di un piccolo comune montano: è il 'coworking rurale diffuso' promosso dal progetto europeo Blue Samm, del quale il Comune di Vicchio (Firenze) è soggetto capofila in una partnership internazionale che conta otto realtà. Il progetto, presentato nella sede della Regione Toscana, è finanziato dalla Commissione europea con circa 200mila euro e parte proprio dalla Toscana, con Vicchio come primo 'laboratorio'.
    Il progetto si realizzerà attraverso una piattaforma digitale e la condivisione di spazi messi a disposizione da privati e dalla pubblica amministrazione, in cui i nomadi digitali potranno svolgere svariate attività lavorative. La piattaforma di coworking rurale, è stato spiegato, sarà pronta a breve, implementata anche in base alle esigenze segnalate tramite un percorso partecipativo di coprogettazione. E a giugno si farà il punto, con una serie di iniziative. Dalla Toscana, poi, il testimone passerà alla municipalità croata di Varaždin, altro partner del progetto.
    "Il progetto - ha spiegato l'assessore regionale all'ambiente Monia Monni - ha l'ambizione di voler fare di queste aree l'anello di congiunzione con le aree metropolitane, mettendo a disposizione spazi pubblici e privati adeguati per realizzare un 'rural coworking' diffuso sul territorio". "Stiamo facendo passi decisi per una comunità più green, dalle energie rinnovabili alla mobilità elettrica ad esempio - hanno detto il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa e l'assessore ai gemellaggi Sandra Pieri -, e lo facciamo anche con questo progetto pilota che ha ottenuto un finanziamento europeo. Le particolarità: promuovere il coworking e condividere spazi, coinvolgere cittadini, associazioni e aziende, valorizzare il territorio, ridurre gli spostamenti, essere più sostenibili, con un format esportabile".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza