Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mercato elettrico tutelato, 'più informazione sulla fine'

Mercato elettrico tutelato, 'più informazione sulla fine'

Le associazioni dei consumatori in audizione alla Camera

ROMA, 15 maggio 2023, 18:05

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Predisporre una campagna di informazione sui principali media nazionali per spiegare ai cittadini cosa vorrà dire la fine del mercato tutelato dell'energia elettrica, previsto al 10 gennaio del 2024. E' la richiesta che hanno fatto le associazioni di consumatori che sono state sentite oggi dalla Commissione Attività produttive della Camera. Quest'ultima deve esprime un parere sulla bozza di decreto del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza energetica sull'ingresso consapevole degli utenti sul mercato libero.
    "Serve una forte azione di informazione e formazione sui media - ha detto Pierpaola Pietrantozzi di Adiconsum - con l'ausilio delle organizzazioni dei consumatori". Per Alessandro Cafagna di Adoc "la nostra proposta è inserire nel decreto un'informazione che possa accompagnare gli utenti nel passaggio". Anche per Carmen Agnello di Confconsumatori e Ovidio Marzaioli del Movimento Consumatori servono "campagne informative in tv nei prossimi mesi".
    Al momento sono circa 9 milioni i cittadini italiani che non hanno scelto il mercato libero dell'elettricità, e che continuano a rifornirsi sul mercato tutelato. Qui le tariffe sono fissate dall'Arera, l'autorità pubblica per l'energia, e la corrente è fornita dall'Acquirente unico, società pubblica.
    La bozza di decreto del ministro Gilberto Pichetto prevede che gli utenti che al 10 gennaio dell'anno prossimo non avranno scelto un fornitore sul mercato libero, se ne vedranno assegnato uno, sulla base di concorsi indetti dall'Acquirente Unico e a condizioni fissate dall'Arera. Questo regime viene detto "servizio a tutele graduali". Entro il 1/o aprile 2027, gli utenti che non sono soggetti vulnerabili o in povertà energetica dovranno passare obbligatoriamente al mercato libero. Gli altri (ad oggi circa la metà dei 9 milioni) rimarranno nel regime tutelato.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza