Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pe, aggiornare piani per la mobilità sostenibile delle città

Pe, aggiornare piani per la mobilità sostenibile delle città

Proposte nuove condizioni per dare i fondi europei ai Ten-T

BRUXELLES, 14 aprile 2023, 11:53

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Entro la fine del 2025 i governi dei Paesi Ue dovranno aggiornare i loro piani per la mobilità urbana sostenibile per tenere conto delle nuove modalità di trasporto (come le piste ciclabili), ridurre i congestionamenti e aumentare la sicurezza. Questa dovrebbe diventare una delle condizioni per ottenere i fondi europei destinati alla realizzazione delle grandi opere infrastrutturali nel settore dei trasporti (Ten-T). E' quanto chiede il Parlamento europeo nella revisione delle regole sui Ten-T che sarà votata dall'assemblea la prossima settimana a Strasburgo.
    Nel documento il Pe ribadisce la necessità di completare entro il 2030 le principali opere indicate nei Ten-T ed entro il 2050 le reti nel loro complesso eliminando colli di bottiglia e realizzando le necessarie opere di raccordo.
    Al fine di accelerare il completamento delle opere, gli europarlamentari sostengono l'introduzione di una scadenza intermedia per il 2040. In presenza di significativi ritardi, il Pe suggerisce di dare alla Commissione Ue il potere di aprire subito procedure d'infrazione e di ridurre, se non bloccare, i finanziamenti europei.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza