Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Roma nascerà il primo museo a consumo zero

A Roma nascerà il primo museo a consumo zero

Cultura e sostenibilità nel progetto tecnologico di Geo Florenti

ROMA, 06 marzo 2023, 16:51

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

(di Ida Bini) Sarà il Museo Storico della Comunicazione di Roma a diventare il primo spazio museale al mondo prossimo al consumo energetico zero. L'ambizioso progetto è dell'artista Geo Florenti che ha presentato il suo "Museo hybrid" a Roma durante la Giornata Mondiale dell'Ingegneria per lo sviluppo sostenibile.
    Inaugurato nel 1982, il Museo Storico della Comunicazione è un imponente spazio espositivo all'Eur di proprietà del ministero delle Imprese e del Made in Italy, che riunisce tante innovazioni tecnologiche nel mondo delle telecomunicazioni, a partire da quelle di Meucci e di Marconi. Ed è proprio in questo tempio delle rivoluzioni tecnologiche, scientifiche e artistiche che si inserisce il progetto "Museo hybrid" di Geo Florenti, artista di origini romene e innovatore di tecnologie energetiche. "Per garantire all'umanità i servizi energetici primari ai quali è stata abituata - ha sottolineato Geo Florenti - è necessaria una rapida sostituzione delle tecnologie energetiche convenzionali, puntando su soluzioni ecocompatibili di facile realizzazione, passando a impiegare nelle componentistiche solo minime quantità di eco-materie prime attraverso processi di produzione a impatto zero".
    Le soluzioni ecocompatibili proposte, dunque, sono la rivisitazione dei sistemi energetici e illuminotecnici dei musei, l'abbassamento dei consumi di energia e la semplificazione delle materie, facili da produrre.
    Collaboreranno al progetto pilota il professor Ferrero del dipartimento di Ingegneria alla Sapienza di Roma e un gruppo di ricerca formato da giovani ingegneri, specializzati nella problematica tecnico costruttiva. Secondo i dati analizzati, le innovative soluzioni di Geo Florenti comporteranno un abbattimento del consumo energetico del 90%, con un risparmio da reinvestire nella tutela culturale, portando a Roma una svolta in grado di rispondere alle necessità del cambiamento climatico e alla crisi energetica e di materie prime. Le innovative soluzioni non riguardano solo l'illuminazione di edifici, strade, parchi, aeroporti, ferrovie, insegne luminose e cartelloni pubblicitari, ma rappresentano soluzioni in grado di intervenire sugli impianti di riscaldamento e di aerazione. "Quella di Geo Florenti è una intuizione veramente incredibile - ha commentato il professor Marco Ferrero - è uno scatto, un passaggio importante nel concepimento del risparmio energetico". "Sono orgoglioso che questa avanzatissima soluzione tecnologica sia stata ideata da un artista che ha mosso i primi passi nel nostro territorio - ha commentato Massimo Gazzè, presidente della Consulta della Cultura del Municipio Roma IX Eur - e se Roma sarà presto la prima città al mondo ad aver realizzato un museo prossimo al consumo energetico zero, il mio auspicio è che proprio una culla di antica civiltà come la Città eterna divenga una moderna Capitale interculturale e tecnologica".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza