Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Asvis, ora di nuovi strumenti per la tutela dell'ambiente

Asvis, ora di nuovi strumenti per la tutela dell'ambiente

Stefanini, la riforma costituzionale induca profondi cambiamenti

ROMA, 22 febbraio 2023, 12:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Per accelerare la transizione verso lo sviluppo sostenibile occorre dare effettiva attuazione alla modifica della Costituzione approvata lo scorso anno che inserisce, tra i compiti della Repubblica, la tutela dell'ambiente anche nell'interesse delle future generazioni e il principio in base al quale l'attività economica privata non può svolgersi danneggiando l'ambiente e la salute. È la richiesta dell'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (Asvis) che ha organizzato l'incontro "Costituzione, ambiente e future generazioni: un anno dopo, a che punto siamo?" alla Biblioteca Casanatense di Roma. "Spetta ora a Governo e Parlamento dotarsi di strumenti adeguati per garantire la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile, in particolare introducendo criteri per valutare la costituzionalità delle nuove leggi, misurandone gli effetti sui 17 Obiettivi dell'Agenda 2030, in un'ottica di giustizia intergenerazionale e definire la sostenibilità ambientale e sociale degli investimenti pubblici. Va inoltre recepita al più presto la direttiva europea sulla rendicontazione dell'impatto sociale e ambientale dell'attività delle imprese", si legge in una nota.
    "Sono passati sette anni dalla firma dell'Agenda 2030 - ha ricordato il presidente dell'ASviS, Pierluigi Stefanini - e ne mancano altrettanti per arrivare al 2030, data entro cui l'Italia si è impegnata insieme ai 193 Stati membri dell'Onu, a cambiare in profondità l'attuale insostenibile modello di sviluppo. Lo scorso anno, con l'unanimità del Parlamento, per la prima volta nella storia della Repubblica sono stati modificati i principi fondamentali della Costituzione nella direzione indicata dall'ASviS fin dal 2016. Una modifica "storica" che deve indurre profondi cambiamenti nelle politiche e nei comportamenti delle imprese".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza