Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Guterres, Pakistan eroico dopo inondazioni, ora investimenti

Guterres, Pakistan eroico dopo inondazioni, ora investimenti

Onu, servono 16 miliardi di dollari per la ricostruzione

GINEVRA, 09 gennaio 2023, 14:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha esortato oggi la comunità internazionale a dare una risposta all'altezza "dell'eroica risposta del popolo pakistano" e quindi a fornire "massicci investimenti" per il Pakistan, colpito l'anno scorso da devastanti inondazioni.
    "Ricostruire il Pakistan in modo resiliente costerà più di 16 miliardi di dollari e sarà necessario molto di più a lungo termine", ha detto Guterres prendendo la parola stamane alla "Conferenza internazionale sul Pakistan resiliente ai cambiamenti climatici " che di svolge oggi a Ginevra. Lo scopo della conferenza è di fornire sostegno alle comunità colpite dalle devastanti inondazioni dello scorso anno in Pakistan e ricostruire le infrastrutture danneggiate in modo resiliente al clima.
    Il Pakistan, che rappresenta meno dell'1% delle emissioni globali, non ha causato la crisi climatica, "ma sta vivendo con i suoi peggiori impatti", ha detto Guterres, parlando accanto al primo ministro pakistano Shehbaz Sharif, presente all'evento.
    Alla conferenza partecipano rappresentanti di Paesi, organizzazioni e imprese. La conferenza odierna - ha sottolineato il segretario generale dell'Onu - è il primo passo di un viaggio molto più lungo verso la ripresa e la ricostruzione in Pakistan. L'anno scorso, un terrificante "muro d'acqua" ha ucciso più di 1.700 persone, ferito altre migliaia e colpito un totale di oltre 33 milioni. Ha sfollato 8 milioni di persone ed ha "spinto circa 9 milioni di persone sull'orlo della povertà", ha ricordato Guterres.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza