Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Conai, nel 2023 verso 75% imballaggi riciclati

Conai, nel 2023 verso 75% imballaggi riciclati

Italia prima in Europa, città sono miniere di risorse

ROMA, 17 marzo 2023, 15:28

Redazione ANSA

ANSACheck

"Nel 2023 dovremmo raggiungere il 75% di imballaggi riciclati", un tasso in crescita e pari a circa 11 milioni di tonnellate di pack avviati a riciclo ma "molto dipenderà dalle quantità immesse sul mercato, che sono strettamente legate all'andamento dei costi delle materie prime e dell'energia". Lo afferma il presidente di Conai (Consorzio nazionale imballaggi), Luca Ruini, in occasione della giornata mondiale del riciclo che ricorre il 18 marzo.
    Un risultato, rileva il Conai, "che supererebbe di dieci punti percentuali quel 65% che l'Unione Europea chiede ai suoi Stati membri entro il 2025". L'Italia dovrebbe chiudere il 2023 "con una quantità di imballaggi immessi sul mercato superiore a quella dei livelli pre-pandemia" aggiunge Ruini stimando "che la ripresa dei consumi, nonostante il cambio nelle abitudini e nello stile di vita degli italiani generato tra il 2020 e il 2021 dalla pandemia, farà superare i 14 milioni e mezzo di tonnellate di packaging sul mercato".
    Nel rilevare che "gli italiani sono sempre più bravi nel differenziare correttamente i rifiuti", Ruini precisa che l'anno iniziato da poco dovrebbe vedere avviato a riciclo oltre il 77% degli imballaggi in acciaio, il 67% di quelli in alluminio, più dell'85% in carta e cartone, circa il 63% in legno, quasi il 59% di quelli in plastica e bioplastica, e l'80% circa degli imballaggi in vetro.
    "Dobbiamo continuare a impegnarci, soprattutto in vista dei nuovi obiettivi comunitari di cui Conai è garante per l'Italia" conclude Ruini ricordando che l'Italia "è già leader in Europa in questo settore, con un pro-capite di riciclo degli imballaggi che ci vede al primo posto". "Le nostre città - dice infine - devono essere viste come miniere urbane che producono risorse, non scarti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza