Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bankitalia: Cipollone, pressanti istanze etiche sul mercato

Bankitalia: Cipollone, pressanti istanze etiche sul mercato

Servono politiche lungimiranti su disparità sociali e ambiente

ROMA, 17 febbraio 2023, 12:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Spetta a operatori di mercato, autorità di regolazione, policy maker "attuare comportamenti ispirati a integrità e correttezza, definire gli idonei strumenti di regolazione, concorrere allo sviluppo di politiche lungimiranti capaci di soddisfare o meglio ancora portare dentro i meccanismi di mercato le pressanti istanze etiche". Lo afferma il vicedirettore generale della Banca d'Italia, Piero Cipollone, alla conferenza "Dieci anni di magistero sociale di Papa Francesco", che parla di "distorsioni dell'attuale sistema, endemico cronicizzarsi della disparità sociale e preoccupazioni in merito alla sostenibilità ambientale". "Nell'enciclica Fratelli tutti - osserva Cipollone - è scritto che il mercato da solo non risolve tutto e, in effetti, sono tanti i problemi che attendono una soluzione che tarda ad arrivare. Sembra essersi inceppato il meccanismo di progressiva integrazione tra le economie che ha trainato la crescita mondiale e l'uscita dalla povertà di milioni di persone.
    L'inflazione è tornata a falcidiare i redditi soprattutto dei più poveri, ampliando ulteriormente il divario con i ricchi. La guerra è tornata a essere una realtà prossima a noi rafforzando la tendenza già in atto alla separazione del mondo in blocchi contrapposti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza