Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Assicurazioni: Ivass, clima più incerto,tutelare agricoltura

Assicurazioni: Ivass, clima più incerto,tutelare agricoltura

De Polis, da Ue fondi per 3 miliardi

ROMA, 13 febbraio 2023, 11:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

I cambiamenti climatici e le sempre più frequenti catastrofi ambientali o eventi climatici estremi, rendono sempre più necessario per l'agricoltura aumentare le coperture assicurative con una maggiore collaborazione pubblico-privato, magari facendo uso dei nuovi fondi Ue. E' quanto sottolinea il segretario generale dell'Ivass Stefano De Polis che ricorda come da "un recente studio Italia e Grecia sono i Paesi europei che presentano il più alto gap di protezione assicurativa in materia di catastrofi naturali".
    Secondo De Polis "per ridurre la sottoassicurazione del settore e nel contempo ridare equilibrio tecnico al business assicurativo è però necessario aumentare e diversificare maggiormente, anche in termini territoriali, i valori assicurati, e rendere più modulari le caratteristiche delle polizze agricole agevolate".
    Per De Polis "le estrapolazioni basate su dati storici meteoclimatici non consentono, come accadeva in passato, di prevedere lo scenario dei rischi futuri" E per questo "le compagnie non possono prescindere dallo sviluppo di nuovi schemi in grado di definire, modellizzare e misurare scenari climatici in forte evoluzione. Questi strumenti evoluti di valutazione permetteranno di irrobustire il pricing dei prodotti assicurativi e, nel contempo, di ottimizzare le azioni di mitigazione dei rischi da parte delle imprese agricole, contribuendo a rendere economicamente efficiente il rapporto per entrambe le parti".
    De Polis ha poi sottolineato come "di recente il Piano di Politica Agraria Comunitaria (Pac) 2023-27, ha destinato fondi per circa 3 miliardi di euro agli strumenti agevolati per la gestione del rischio e allargato a 700 mila il numero degli imprenditori agricoli coinvolti. Il decreto attuativo del Piano di Gestione Rischi in Agricoltura (PGRA), in corso di emanazione, prevede la partecipazione obbligatoria di tutte le aziende agricole che percepiscono aiuti pubblici ad un Fondo mutualistico nazionale per la copertura dei rischi catastrofali (il c.d. Fondo AgriCAT).
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza