Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cina prima al mondo per pubblicazioni su tecnologie green

Cina prima al mondo per pubblicazioni su tecnologie green

Stoccarggio energie rinnovabili, idrogeno e cattura del carbonio

ROMA, 12 gennaio 2023, 15:36

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

La Cina è il paese che produce più pubblicazioni scientifiche al mondo su stoccaggio delle energie rinnovabili, idrogeno e cattura del carbonio. Lo rivela una ricerca di Elsevier, editore internazionale di più di 3.000 riviste scientifiche. Lo studio ha analizzato la produzione mondiale della ricerca sul tema negli ultimi 5 anni, dal 2017 al 2021.
    Per quanto riguarda lo stoccaggio delle energie rinnovabili, la Cina conduce la classifica con oltre 35.000 pubblicazioni, seguita dagli Usa con 11mila. L'Italia è all'8/o posto nel mondo, ma al 3/o posto in Europa dopo Regno Unito e Germania. La Francia si trova invece al 13/o posto nel mondo e al 5/o in Europa, posizionamento che potrebbe essere indicativo di una ricerca indirizzata su altri fronti, come il nucleare.
    Anche sull'idrogeno vediamo vincere la Cina: quasi 6mila progetti di ricerca contro i 2mila degli Stati Uniti, che seguono al secondo posto. L'Italia è al 12/o posto, con appena 565 pubblicazioni, mentre in Europa conduce la Germania.
    Secondo Elsevier, "le grandi differenze di posizionamento fra i paesi dell'Ue - Germania al 4/o posto, Francia al 9/o, Italia al 12/o e Spagna al 15/o - fanno intendere che all'Europa manchi una politica energetica comune".
    La ricerca accademica sulla cattura di carbonio mostra ancora in testa la Cina, ma con un distacco ridotto rispetto agli altri paesi come Gran Bretagna, Germania o Italia. La ricerca sulla Carbon Capture è di "alta priorità" in Europa. Da notare come questo segmento sia legato a doppio filo all'industria, con tassi di collaborazione fra enti di ricerca e industrie più alti rispetto agli altri settori
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza