Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Medicina di prossimità, telemedicina domiciliare per fragili

Medicina di prossimità, telemedicina domiciliare per fragili

Asl Teramo, servizio coprirà 60 pazienti in aree montane

TERAMO, 16 gennaio 2023, 16:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

È cominciata la fase di sperimentazione del servizio di telemedicina domiciliare, progetto seguito dal Dipartimento di assistenza territoriale della Asl di Teramo e diretto da Valerio Profeta. Nove pazienti fragili, già in carico all'Assistenza domiciliare integrata e residenti nell'Area SNAI (Strategia Nazionale Aree Interne) "Alto Aterno - Gran Sasso Laga", vengono sottoposti a monitoraggio domiciliare tre volte a settimana, attraverso la visita dell'infermiere dell'Adi. L'infermiere è dotato di un kit, composto da tablet per la televisita, Ecg a 6 derivazioni, monitor multiparametrico e spirometro, che consentirà un perfetto monitoraggio del paziente anche al fine di prevenire la riacutizzazione delle patologie e, quindi, di evitarne o posticiparne un eventuale ricovero in ospedale. Questa prima attività sarà, nelle prossime settimane, estesa a tutti i Distretti sanitari con il coinvolgimento di 15 infermieri e a circa 60 pazienti fragili già in carico alle cure domiciliari.
    Entro la fine dell'anno il servizio sarà messo a regime su tutto il territorio della Asl per i pazienti fragili da monitorare a domicilio anche provenienti da reparti ospedalieri e che necessitano di essere monitorati durante la fase di riduzione della fase acuta della malattia fino a completa guarigione o stabilizzazione. "L'attivazione della prima fase della Telemedicina rappresenta un primo passo verso un nuovo approccio all'assistenza sociosanitaria che sia improntato alla massima prossimità al paziente, ma rappresenta anche un primo tassello della profonda riforma delle cure e dell'assistenza territoriale secondo il modello disegnato nel DM 77", conclude Di Giosia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza