Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Crollo Firenze: in Abruzzo adesioni allo sciopero al 60%

Crollo Firenze: in Abruzzo adesioni allo sciopero al 60%

Cgil e Uil, Regione è quella con più alta incidenza di decessi

TERAMO, 21 febbraio 2024, 17:53

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Adesioni al 60%, in Abruzzo, per lo sciopero di due ore, a fine turno, nei settori metalmeccanico ed edile, proclamato per oggi dalla Cgil e dalla Uil dopo l'incidente avvenuto nel cantiere di Esselunga a Firenze. A rendere noti i numeri della protesta sono i due sindacati, che sottolineano come l'Abruzzo sia "la regione italiana con la più alta incidenza di morti sul lavoro rispetto alla popolazione attiva".
    Contestualmente allo sciopero, stamani, si è svolto un presidio regionale a Teramo, davanti alla Prefettura. Oltre ai sindacati, erano presenti il presidente dell'Anci Abruzzo e sindaco di Teramo, Gianguido D'Alberto, e il candidato presidente della Regione Abruzzo per la coalizione di centrosinistra, Luciano D'Amico. La delegazione è stata ricevuta dal Prefetto, che si è impegnato a riferire le istanze al Governo nazionale.
    Il segretario generale della Cgil Abruzzo Molise, Carmine Ranieri, e quello della Uil Abruzzo, Michele Lombardo, sottolineano la necessità di "imprimere un radicale cambiamento alle politiche di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, allargando la tutela dei lavoratori negli appalti e cancellando il ricorso ai subappalti a cascata, prevedendo maggiori controlli nelle filiere, eliminando il ricorso ad appalti al massimo ribasso sul costo della manodopera e della sicurezza e obbligando le aziende all'applicazione del Ccnl di riferimento".
    Nel 2023, in Abruzzo, sono stati 36 i morti sul lavoro, in aumento del 71% rispetto ai 21 del 2022. Il dato è in crescita nonostante gli infortuni siano scesi dai 15.686 del 2022 ai 12.112 dello scorso anno. Le vittime sono state 13 nelle province di Teramo e Chieti, otto in quella di Pescara e due in quella dell'Aquila. L'edilizia, con sette morti, ha fatto registrare il maggior numero di casi. "Una situazione inaccettabile", commentano i sindacati.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza