Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sfida dei 100 chilometri Namibia per runner aquilano

Sfida dei 100 chilometri Namibia per runner aquilano

Dell'Isola in gara nel deserto,a novembre aveva corso nel Sahara

L'AQUILA, 12 febbraio 2024, 14:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A inizio novembre ha conquistato il quarto posto alla 100 chilometri del Sahara, gara di endurance a tappe, competizione organizzata da Zitoway che ha raccolto iscritti da Italia, Francia, Argentina, Svizzera, Belgio, Russia e Ucraina. Per il runner abruzzese, Fabrizio Dell'Isola ora la sfida è in Africa australe, in Namibia.
    Si corre nel deserto del Namib, uno dei più antichi e affascinanti al mondo, esiste da 80 milioni di anni: anche qui 100 chilometri (104 per essere precisi) da completare con partenza martedì 27 febbraio.
    Il nome 'Namib' deriva dalla lingua del popolo Nama, che abita la regione, e significa 'luogo vasto'. Le dune di sabbia, alte anche centinaia di metri, creano un paesaggio surreale e mozzafiato. Alcune di esse sono caratterizzate da colori intensi, dal rosa all'arancione. Nonostante le condizioni difficili, il Namib ospita una flora e una fauna uniche, costituite principalmente da specie endemiche altamente adattate.
    La gara si svolge in sicurezza, lontano dalle tensioni politiche di altre aree dell'Africa. I corridori possono concentrarsi sulla loro prestazione senza preoccupazioni esterne. Certo, c'è sempre da fare i conti con le incognite del vento, del caldo, ma anche vesciche, disidratazione, febbre e distorsioni articolari.
    Dell'Isola (team Recrowd) si è preparato in maniera specifica per questo tipo di ambiente anche in virtù dell'esperienza in Tunisia. "Ho lavorato in palestra e in strada, correndo su lunghe distanze - spiega - cercando anche il giusto supporto nutrizionale e fisioterapico. Ma questa è una prova che voglio soprattutto condividere con la mia gente. Vivo a Barisciano (L'Aquila) da anni e sento da parte loro, come anche da parte di molti appassionati da tutto l'Abruzzo, affetto e calore che porterò con me in Namibia".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza