Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Finanza Chieti scopre truffa su investimento in Bitcoin

Finanza Chieti scopre truffa su investimento in Bitcoin

Investitore vittima furto identità digitale e frode informatica

CHIETI, 22 febbraio 2023, 11:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Gruppo Chieti della Guardia di Finanza ha individuato una truffa in materia di criptovalute ai danni di un investitore rimasto vittima di sedicenti consulenti che, a seguito di contatti telefonici e spacciandosi per operatori finanziari autorizzati, gli hanno proposto vantaggiosi investimenti in Bitcoin da eseguire telematicamente.
    L'investitore è stato invitato ad aprire un conto corrente in un istituto di credito per poi convertire il denaro versato in moneta virtuale la cui gestione sarebbe avvenuta attraverso una società che opera nel settore delle criptovalute con sistemi digitali di ultima generazione.
    Dopo aver eseguito diverse transazioni finanziarie, per migliaia di euro, l'ignaro risparmiatore ha constatato che nel suo portafoglio virtuale non vi erano Bitcoin, ma un saldo pari a zero. Contattata la società d'intermediazione, legalmente autorizzata e risultata estranea ai fatti, ha saputo di essere stato vittima di frode informatica mediante il furto di identità digitale e che quindi i fondi accantonati erano stati prelevati e immediatamente veicolati, con accredito su un wallet crypto codificato, che ne ha impedito l'identificazione e il conseguente tracciamento. Le Fiamme Gialle stanno ora proseguendo gli accertamenti per individuare i responsabili.
    Il comandante provinciale della Finanza, colonnello Michele Iadarola, evidenzia "come la forte anonimizzazione della valuta virtuale favorisca un sempre più elevato impiego della stessa nell'ambito delle attività criminali. Per tale ragione, l'Ufficiale segnala, altresì, la necessaria accortezza che tutti i risparmiatori devono riporre nel momento in cui decidono di investire nel settore delle criptovalute, affinché si lascino ispirare sempre dalla prudenza, senza farsi attrarre da facili guadagni promessi da soggetti ambigui, e a rivolgersi ad operatori o istituti di credito autorizzati".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza