Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sanremo: maestro De Amicis omaggia L'Aquila e la Perdonanza

Sanremo: maestro De Amicis omaggia L'Aquila e la Perdonanza

Direttore sfoggia gemelli con sigillo della città

L'AQUILA, 11 febbraio 2023, 12:53

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Questi gemelli che indosso sono importanti perché mi sono stati donati dalla città dell'Aquila ed hanno su inciso il sigillo della città". Il maestro Leonardo De Amicis non ha dimenticato la promessa fatta l'estate scorsa al vicesindaco dell'Aquila, Raffaele Daniele, e a tutto il Comitato della Perdonanza: quella di indossare all'Ariston i gemelli che gli erano stati donati come ringraziamento per le cinque edizioni della Festa del Perdono che ha condotto come direttore artistico. Ieri sera, nel corso della penultima serata del Festival, il maestro ha pubblicato una foto sui suoi canali social, mettendo in mostra uno dei due gemelli d'oro che aveva ricevuto nell'arco del concerto conclusivo della manifestazione, durante il concerto "Pace a noi", con protagonista Claudio Baglioni.
    Nato a Corvaro, in provincia di Rieti, ma aquilano di formazione artistica, De Amicis ritrova in questa edizione di Sanremo anche quel Morandi che gli chiese di dirigere l'orchestra del suo programma. Si trattava di "C'era un ragazzo", andato in onda su Rai 1 nel 1999. Da lì è partito tutto. Per la Rai ha realizzato le musiche dei programmi di Roberto Bolle "La mia danza libera" e "Danza con me". Ha curato gli arrangiamenti e diretto l'orchestra per "Stasera pago io" con Fiorello (2001 e 2002). Ha poi lavorato con Carlo Conti, Raffaella Carrà, Vincenzo Salemme, Massimo Ranieri e Gigi D'Alessio. Dal 2009 al 2015 è stato direttore artistico di "Ti lascio una canzone" condotto da Antonella Clerici ed è stato direttore musicale di "The Voice of Italy".
    Anche quest'anno è stato confermato da Amadeus come direttore musicale del festival per curare la parte strumentale, dagli stacchi alle esibizioni di conduttori e ospiti. Cantautori e interpreti in gara invece hanno il proprio direttore scelto.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza